00:20 16 Novembre 2019

Conte: rilanciare il sud per permettere ai giovani di restare

© Foto : foto di Francesco Ammendola - Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica
Italia
URL abbreviato
624
Seguici su

Conte a Isernia illustra alcuni dettagli della manovra fiscale che sta per essere messa a punto dal governo. I nodi centrali: piano anti evasione, new green deal e rilancio per il sud.

Nel piano anti evasione, che verrà adottato nella manovra finanziaria, non saranno adottate esclusivamente misure sanzionatorie ma anche incentivi all'utilizzo di metodi di pagamento tracciabili digitalmente.

"Un'indirizzo forte di politica economica, fiscale, sociale, è quello di cercare di favorire l'uso della moneta elettronica, mezzi di pagamento digitali nella convinzione che questo potrà portare a recuperare e fare emergere questa economia sommersa", ha dichiarato il premier Conte in visita a Isernia. 

Il governo vuole far passare l'idea che "essere onesti conviene", attraverso le misure che verranno poste in essere. I fondi recuperati dall'evasione fiscale saranno riutilizzati per i servizi resi alla cittadinanza, come l'istruzione pubblica, gli ospedali e per "ridurre le tasse a tutti", ha ricordato Conte. 

Misure di sviluppo sostenibile

Una Italia più verde, più inclusiva: è questa la direzione che il capo dell'esecutivo vuole imprimere allo sviluppo economico. Uno sviluppo che dovrà essere sostenibile, un New Green Deal. Fondamentale sarà anche il piano di rilancio per il sud che dovrà partire dagli studenti, dai giovani, che Conte definisce la "vera ricchezza del paese".

Nell'ambito del piano per il sud sono stati presentati 600 progetti, una risposta che il premier definisce "incredibile. Una grande risposta della comunità locale". Di questi, sono 150 le iniziative selezionate che fanno sistema fra di loro e "creano le premesse per un rilancio a tutto tondo della comunità regionale". Un rilancio economico, sociale e culturale, conclude Conte. 

"Il mezzogiorno deve avere quello che gli spetta, ma deve crederci - afferma il ministro per il Sud, Provenzano - deve mostrarsi capace di spendere, di realizzare, di accelerare gli interventi. 

Gli investimenti per realizzare gli infrastrutture saranno realizzati attraverso un patto con gli enti locali, che dovranno accelerare gli interventi con procedure standardizzate, ha rimarcato il ministro. 

Tags:
Ministero di Mezzogiorno, Giuseppe Conte, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik