Widgets Magazine
07:53 13 Novembre 2019
Il Presidente Conte alla 74ª Assemblea Generale delle Nazioni Unite

Conte al Copasir: “Disponibile a collaborare”

© REUTERS / Getty Images / Stephanie Keith
Italia
URL abbreviato
102
Seguici su

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte avrebbe inviato una lettera al neo eletto Presidente del Copasir, Raffaele Volpi, offrendo la propria disponibilità ad intervenire presso il Comitato di controllo.

Il Comitato parlamentare per la Sicurezza della Repubblica (Copasir) vedrà la partecipazione del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, è quanto si apprende da AdnKronos che dà notizia della lettera scritta dal Primo Ministro al neo eletto Presidente del Copasir Raffaele Volpi.

Nella missiva, premesse le congratulazioni di rito per la fresca nomina, Conte avrebbe fatto riferimento all’art. 33 della legge del 3 agosto 2007 che prevede che il Presidente del Consiglio debba intervenire obbligatoriamente almeno due volte all’anno al Comitato per relazionarlo sull’attività semestrale dei Servizi del Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica – i nuovi Servizi Segreti dopo la riforma del 2007. In quella occasione si presume che Conte riferirà sul cosiddetto Russiagate e risponderà a tutte le domande del Copasir.

Il Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica è un organo del Parlamento che esercita il controllo sull'operato dei servizi segreti italiani. Dal 2007 sostituisce le funzioni del COPACO (Comitato parlamentare di controllo sui servizi segreti).

Dalla fine della seconda guerra mondiale, l'intelligence italiana è stata riorganizzata più volte, nel tentativo dichiarato di migliorarne il funzionamento soprattutto in relazione alle garanzie democratiche.

Il Comitato rappresenta l'ultimo di una serie di organismi – nel 1977 venne soppresso il SID (Servizio Informazioni Difesa) il quale venne smembrato in due organismi separati con ruoli differenti: uno civile, SISDE (Servizio per le informazioni e la sicurezza democratica), ed uno militare, il SISMI (Servizio per le informazioni e la sicurezza militare). Fu creato anche il CESIS (Comitato esecutivo per i servizi di informazione e sicurezza), con ruolo di coordinatore tra i suddetti Servizi e la Presidenza del Consiglio dei ministri e il COPACO (Comitato parlamentare di controllo sui servizi segreti) con ruolo di alto controllo dell'attività dei due organismi di sicurezza. Dal 1º agosto 2007 con la Legge n. 124 del 3 agosto 2007, in osservanza della nuova riforma degli organismi di sicurezza italiani, SISDE, SISMI e CESIS sono stati sostituiti rispettivamente dalla AISI (Agenzia Informazioni e Sicurezza Interna), dalla AISE (Agenzia Informazioni e Sicurezza Esterna), dal DIS (Dipartimento delle Informazioni per la Sicurezza) e il COPACO fu quindi trasformato nel COPASIR (con nuove ulteriori funzioni di controllo e supervisione).

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik