Widgets Magazine
09:28 15 Ottobre 2019
Roma, Italia

Catturato a Roma un boa di due metri

© Sputnik . Vladimir Astapkovic
Italia
URL abbreviato
0 70
Seguici su

Boa di 2 metri trovato a Roma nelle cantine di un palazzo in periferia. Necessario l’intervento degli uomini della Polizia municipale per prelevarlo e portarlo in una struttura veterinaria per metterlo in sicurezza.

Trovato nel seminterrato di un palazzo in zona Casal Bernocchi un boa delle dimensioni di circa due metri. Il Reparto Tutela Ambiente dei vigili è dovuto intervenire su allarmata richiesta dei condomini dello stabile e, congiuntamente a Polizia municipale e personale specializzato ASL di zona, dopo lunga ricerca sono riusciti ad individuarlo nelle cantine e a prelevarlo in maniera accurata e metterlo in sicurezza. Ora il grande rettile si trova presso una struttura veterinaria adeguata che lo terrà in custodia fino a che non gli verrà trovata una destinazione ideale, non escluso uno zoo od un terrario.

Sono in corso gli accertamenti del caso per risalire alla provenienza dell’animale che, facendo parte di una delle specie protette (boa constrictor), era con ogni probabilità detenuto in maniera illegale.

La possibilità di tenere animali esotici in casa è infatti rigidamente regolamentata da un accordo sul commercio internazionale di specie a rischio di estinzione (Cites), chiamato anche Convenzione di Washington. Viene applicato in 127 Paesi, compresa l’Italia, dov’è in vigore dal 1980 e dove, dal 1992, è stato tramutato in legge di Stato. Successivamente, l’Unione europea ha aumentato il numero delle specie protette, che oggi sono oltre 36.000. L’accordo vieta l’importazione, la riesportazione, il trasporto, la vendita, l’esposizione e la detenzione degli animali protetti.

​Tra questi, pappagalli, scimmie, felini e animali selvatici come daini, cinghiali o volpi, oltre che, appunto, boa, anaconda e altri rettili simili. Chi proprio non riuscisse a fare a meno di tenere in casa animali esotici, dovrebbe rivolgersi al Corpo Forestale dello Stato o al Ministero dello Sviluppo economico per consultare la documentazione relativa alla Cites, sapere quale animale poter adottare e chiedere le dovute autorizzazioni. Qualsiasi acquisto sul mercato nero di un animale esotico tutelato dalla convenzione internazionale rischia di comportare una multa salatissima, la confisca dell’animale e, in caso di recidiva, l’arresto da tre mesi a due anni.

Tags:
Animali
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik