Widgets Magazine
03:58 12 Novembre 2019
Genitori di Matteo Renzi

Condannati i genitori di Renzi per fatture false

© Foto : La7, screenshot
Italia
URL abbreviato
190
Seguici su

Accolte pienamente le richieste dell'accusa: Tiziano Renzi e Laura Bovoli, genitori dell’ex premier e leader di Italia Viva, sono stati condannati a un anno e nove mesi di reclusione per aver prodotto fatture false insieme all'ex socio Luigi Dagostino, anche lui condannato a 2 anni.

I due coniugi sono stati interdetti dal Tribunale di Firenze per sei mesi da incarichi amministrativi nelle imprese e per un anno dai pubblici uffici e dal trattare con la pubblica amministrazione. Il giudice Fabio Gugliotta, che ha emesso la sentenza accogliendo in pieno la richiesta del pubblico ministero Christine von Borries, ha concesso la sospensione condizionale della pena, in questo modo i genitori dell'ex premier non finiranno in carcere.

L'accusa nei confronti dei genitori dell'ex premier riguardava l'emissione di fatture false, mentre Dagostino, loro socio, era accusato, oltre che per l'emissione di fatture false, anche di truffa.

"Sudditanza psicologica dei coniugi Renzi"

Nell'ultima udienza del processo, Luigi Dagostino aveva sostenuto che le due fatture avevano un importo eccessivo, tuttavia le aveva pagate "per sudditanza psicologica verso i genitori dell'ex premier" e ammesso di aver sbagliato a non contestarle.

La difesa di Tiziano Renzi e Laura Bovoli

Tiziano Renzi aveva sempre negato l'emissione di fatture false, sostenendo che esistevano "solo tante tasse vere, tutte pagate fino all'ultimo centesimo". Analoga la linea difensiva di Laura Bovoli, madre del leader di Italia Viva, che aveva sempre sostenuto di non aver mai truffato nessuno e pagato tutte le tasse e creando qualche posto di lavoro.

Tags:
Giustizia, Italia, Matteo Renzi, Tiziano Renzi
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik