19:58 10 Dicembre 2019

Roma, evade i domiciliari pur di evitare la moglie: "Meglio stare in carcere"

© CC0 / Pixabay
Italia
URL abbreviato
2161
Seguici su

A Roma un 49enne, condannato agli arresti domiciliari, si è presentato alla Polizia per farsi mettere in carcere pur di sfuggire ai continui litigi domestici con la moglie.

La strana vicenda è accaduta a Roma, nel quartiere popolare Garbatella, dove un 49enne che stava scontando agli arresti domiciliari una condanna, ha preferito evadere la misura detentiva e si è presentato in commissariato pur di evitare di stare a contatto con la moglie.

"Meglio il carcere che stare a casa con mia moglie!", ha spiegato l'uomo agli agenti della Polizia di Stato che lo hanno fermato per evasione.

"Lavo, stiro e tutto quello che succede a casa è sempre colpa mia", ha poi aggiunto, esasperato.

L'arresto non è però stato convalidato per particolare tenuità del fatto ma, al momento di ritornare a casa, il protagonista di questa storia ha implorato di non scontare la sua pena presso la propria abitazione, vedendosi accogliere la richiesta con il trasferimento presso una onlus.

Non è il primo caso in Italia

Quella avvenuta a Roma non è però la prima storia del genere in Italia. Pochi mesi fa, a maggio, un 50enne di Giarre, in provincia di Catania, era scappato di casa e si era presentato davanti al carcere per 'farsi arrestare'.

L'uomo, che si trovava ai domiciliari per furto, dopo l'ennesimo litigio con la moglie aveva deciso di togliersi il braccialetto elettronico di controllo e di darsi alla fuga, pur di sfuggire al suo inferno domestico.

Purtroppo, rispetto al suo 'collega' romano, è stato meno fortunato, poiché la sua richiesta è stata rifiutata e, dopo essere stato giudicato per direttissima, è stato nuovamente posto ai domiciliari.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik