16:33 22 Novembre 2019
Seggio elettorale in Italia (foto d'archivio)

Depositato dal vicepresidente del Senato Calderoli il referendum su legge elettorale

© Sputnik . Danilo Garcia Di Meo
Italia
URL abbreviato
0 64
Seguici su

Il leghista Roberto Calderoli ha depositato nella giornata di oggi presso la Corte di Cassazione il quesito per il referendum abrogativo della quota proporzionale della legge elettorale.

La richiesta vede il sostegno degli otto Consigli regionali a maggioranza di centrodestra.

"Lo chiamerei Popolarellum, visto che lo deciderà il popolo", aveva spiegato Calderoli in due interviste al Corriere della Sera e a Il Messaggero. Il Popolarellum "è il sistema anglosassone, ci ispiriamo al maggioritario puro inglese. Chi vince va a governare. Si tornerebbe a bipolarismo o tripolarismo", ha spiegato Calderoli.

Il vicepresidente del Senato leghista ha affermato con certezza di vincere il referendum: "sono strasicuro che lo vinceremo". 

Tecnicamente ha contestato che il referendum sia anticostituzionale, perché non autoapplicativo: "ci sono molti esempi che smentiscono questa tesi", ha commentato. Come tutte le altre leggi elettorali, "ha la necessità della definizione dei collegi attraverso una delega al governo. Io ho usato la stessa delega che è prevista nelle legge 51 del 2019, ovvero quella leggina che rende applicabile la legge elettorale anche in caso di riduzione del numero dei parlamentari", ha dichiarato il leghista.

Riguardo alle critiche di alcuni esperti di diritto costituzionale sulla riforma e sull'eventuale bocciatura dei giudici, Calderoli ha risposto:

"E’ incredibile vedere nei lanci di agenzia che alcuni ‘esperti’ si siano già pronunciati sulla inammissibilità sul quesito referendario abrogativo della quota proporzionale della legge elettorale, il tutto senza neppure averlo letto, dato che lo abbiamo depositato questa mattina intorno alle 13.
Eppure certi soloni già pontificano, pur senza averlo letto...
Ma umanamente si può ben capire perché a vaticinare siano tutti parlamentari in carica o ex parlamentari che con queste loro avventate e infondate dichiarazioni non fanno altro che segnalare la loro paura, la paura di non venire elettori o rieletti con questo nuovo sistema elettorale".

Tags:
Italia, elezioni, Costituzione, referendum, Lega, Roberto Calderoli
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik