00:41 16 Novembre 2019

F-35 italiani dispiegati in primo teatro operativo

© Foto: Public domain/ Robert Sullivan
Italia
URL abbreviato
7545
Seguici su

I caccia F-35 italiani sono stati dispiegati per la prima volta in un teatro operativo per la difesa dello spazio aereo NATO in Islanda.

Secondo quanto dichiarato dallo Stato Maggiore della Difesa sei caccia di quinta generazione del 32° stormo dell’Aeronautica militare sono stati schierati all'aeroporto di Keflavik in Islanda.

Si tratta dell’operazione NATO “Northern Lighting” d'Interim Air Policing (polizia aerea) rendendo l’Italia il primo a paese a impiegare l’F-35 in una operazione NATO. L’operazione prevede una serie di missioni di pattugliamento dello spazio aereo NATO con il compito di rafforzare l’attività di sorveglianza dei cieli islandesi, paese non dotato di capacità e strutture di difesa aerea.

La missione dell’Aeronautica militare italiana durerà tre settimane conducendo nel frattempo attività d’addestramento congiunte con l’Icelandic Coast Guard.

Per l’occasione è stata costituita la Task Force Air 32nd Wing di stanza nella base aerea di Keflavic e alle dirette dipendenze del Comando Operativo di vertice Interforze. 

Per garantire i cordoni di sicurezza necessari verrà impiegato un team con membri del personale del 16esimo stormo “Fucilieri dell’Aria” dell’aeronautica militare di Martina Franca (si tratta di fucilieri in servizio in una Aviazione militare, prevalentemente addetti alla difesa terrestre delle installazioni aeronautiche.).

Altre unità delle forze armate forniscono un importante contributo garantendo il trasferimento della TFA. La 46a brigata dell'aviazione di Pisa e il 14esimo stormo di Pratica di Mare con gli aerei da trasporto C-130J e KC 767 hanno trasferito in Islanda personale e materiali, nonché il carburante con rifornimenti in volo. Il 41esimo stormo di Sigonella con il pattugliatore P-72 ha condotto una operazione di Search and Rescue nell'oceano, garantendo i cordoni di sicurezza necessari durante il viaggio verso l'Islanda.

L’Italia partecipa alle operazioni nato di Air Policing in Albania dal 2009, in Slovenia dal 2004, in Montenegro dal 2018 e in Islanda dal 2013.

La polizia aerea (air policing) della NATO

Il fine delle operazioni di polizia aeree NATO hanno il fine di condurre continua sorveglianza e di registrare qualsiasi violazione dell’integrità dello spazio aereo NATO.

Il Comando Operativo Alleato della NATO (Allied Command Operation) di stanza a Bruxelles gestisce queste operazioni dal Quartier Generale del Comando Aereo Alleato (Headquarters Allied Air Command) di Ramstein (GER).

Correlati:

Pressioni negli USA per riportare la Turchia nel programma F-35 nonostante gli S-400
Siria, raid dei nuovi F-35 israeliani contro Hezbollah
Aviazione militare Usa effettua simulazioni con F-35 per aggirare lanciamissili russi S-400
Tags:
Lockheed Martin F-35A, F-35
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik