02:24 20 Novembre 2019

Breaking Bad a Catania, chef preparava alimenti a base di cannabis: arrestato

CC0 / Pixabay
Italia
URL abbreviato
116
Seguici su

Uno chef che preparava alimenti a base di cannabis è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. La giustificazione: "Questa è cucina mediterranea del terzo millennio".

Il curioso caso è avvenuto a Trecastagni, nel catanese, dove lo chef Carmelo Chiaramonte, 50 anni, è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Nella sua casa, dove viveva in affitto, il 'rivoluzionario' cuoco custodiva due piante di marijuana di due metri e mezzo, mezzo chilo di infiorescenze per l'essiccazione della stessa sostanza stupefacente, vino, olive e tonno aromatizzati alla cannabis.

Le sue ricette 'da sballo', tutte a base di cannabis, sembra che stessero riscuotendo un certo successo e i militari hanno rinvenuto persino un barattolo di olive e una bottiglia di vino recanti etichette dai nomi piuttosto eloquenti: "Santa Caterina SballOlives" e "Kannamang".

Il Chiaramonte, interrogato dalle forze dell'ordine, si è mostrato stupefatto, spiegando di non aver commesso alcun reato e di considerarsi un "consulente agroalimentare della cucina mediterranea del terzo millenno".

I Carabinieri, tuttavia, si sono mostrati di un avviso diverso e hanno fatto scattare le manette per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, per il quale ora lo chef dovrà rispondere in tribunale.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik