Widgets Magazine
05:19 12 Novembre 2019
Il Presidente Conte alla 74ª Assemblea Generale delle Nazioni Unite

Conte all'Onu: inserire la tutela dell'ambiente in Costituzione

© REUTERS / Eduardo Munoz
Italia
URL abbreviato
2010
Seguici su

Giuseppe Conte, nel suo intervento conclusivo alla conferenza dell'ONU, ha sottolineato l'impegno in prima fila dell'Italia contro i cambiamenti climatici.

L'Italia "sarà protagonista" del New Green Deal, la rivoluzione verde già annunciata dal presidente del Consiglio. E' "una delle priorità del governo. L'Italia è in prima linea nel contrasto ai cambiamenti climatici". Il Climate Summit per Conte è stato l'occasione per rilanciare il ruolo guida dell'Italia in Europa per il New Green Deal e ribadire la centralità di un nuovo modello di sviluppo sostenibile e verde al centro della propria agenda di governo. 

Serve un "cambio radicale", sottolinea Conte, un cambio del "paradigma culturale”, per questa ragione "dobbiamo inserire nella nostra Costituzione la tutela dell'ambiente, della biodiversità, dello sviluppo sostenibile." Il premier Conte ha sottolineato anche l'importanza e l'impegno delle nuove generazioni. "Il 22 marzo scorso — ha ricordato — ho incontrato i giovani italiani di Fridays for future, il loro è un contributo critico che va raccolto".

L'Italia in prima linea

Conte ha rimarcato il coinvolgimento diretto dell'Italia nella lotta contro i cambiamenti climatici, prendendo spunto dalla notizia delle ultime ore dello scioglimento di un ghiacciaio del Monte Bianco. 

"È di queste ore la notizia che un ghiacciaio sul versante del Monte Bianco rischia di collassare. È un allarme che non può lasciarci indifferente. Deve scuoterci tutti e mobilitarci".

L'impegno multilaterale

La tutela dell'ambiente e delle biodiversità è un'azione che va collocata nel solco del multilateralismo, perché nessuna "deriva nazionalista", secondo il premier, "può tutelare l'interesse nazionale". 

“Solo un'azione collettiva e coordinata può porre le premesse per offrire soluzioni adeguate alle molteplici sfide - spiega - a partire dalla correzione degli aspetti disfunzionali della globalizzazione”. Un multilateralismo "efficace", che abbia al centro il "rispetto della persona", per non trasformarsi in "una mera tecnica operativa, che non può pretendere di orientare solide scelte di valore".

La critica a Greta Thunberg 

Conte non ha risparmiato una osservazione rivolta alla giovane svedese Greta Thunberg, icona delle proteste delle giovani generazioni e ospite d'onore all'assemblea dell'ONU. 

"Su una cosa Greta sbaglia: nessuna generazione può considerare il pianeta come una ‘eredità da ricevere', ma soltanto da ricevere temporaneamente 'in prestito'. Continueremo a seguire e incoraggiare la mobilitazione dei cittadini e dei giovani”

Tags:
Conferenza Onu per il clima, clima, Giuseppe Conte, ONU, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik