Widgets Magazine
13:31 13 Novembre 2019

Mestre: vigili multano un giovane africano che puliva le strade ma un legale l'aiuta. Multa ritirata

© Depositphotos / Jakovenko123
Italia
URL abbreviato
245
Seguici su

Il ragazzo, un giovane nordafricano, non aveva i permessi, secondo i vigili. "Non servono permessi", dice il legale-amico del ragazzo che l'ha incontrato in lacrime. Prima la colletta on line, poi a sera il ritiro della multa.

Monday è un ragazzo africano che vive a Mestre e, come fanno tanti altri ragazzi stranieri (perlopiù africani) praticamente in tutte le città italiane, ripulisce il marciapiedi in cambio di un'offerta. “Pizzicato” dalla polizia municipale però, con scopa e paletta in mano, era stato multato giorni fa con un'ammenda di 350 euro perché “sorpreso palesemente a ripulire la zona senza alcuna autorizzazione dell'amministrazione comunale”. A segnalare il fatto era stato un passante che, dopo averlo visto in lacrime, ha deciso di aiutarlo.

La colletta on line

L'uomo si chiama Matteo D'Angelo, fa l'avvocato e ha deciso di lanciare una colletta on line da destinare al ragazzo, in modo da poter pagare la multa. Secondo D'Angelo la sanzione è immotivata:

“Non si parla di ostruzione della strada, né di questua o di degrado. Monday segnala la sua presenza ogni volta indossando un gilet catarifrangente e non usa neppure detergenti che potrebbe rappresentare un problema se fossero chimici. Nel regolamento comunale non mi pare ci siano gli estremi per un simile accanimento”.

La vicenda nelle ultime ore ha avuto un epilogo positivo. Lo comunica lo stesso D'Angelo su Facebook

Non c'è ancora l'ufficialità del ritiro della multa ma alla fine l'avvocato sembra “aver vinto” la causa.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik