Widgets Magazine
09:15 13 Novembre 2019
Il Traditore (2019)

Oscar: sarà "Il traditore" di Bellocchio a rappresentare l'Italia alla selezione dell'Academy

© Foto: Match Factory Productions (2019)
Italia
URL abbreviato
121
Seguici su

Il lungometraggio sugli ultimi vent'anni di vita di Toammso Buscetta, il pentito più importante e più famoso di Cosa Nostra. Tra i film esclusi, "Martin eden" e "La paranza dei bambini".

Sarà “Il traditore” di Marco Bellocchio il film che rappresenterà l'Italia all'Academy dove verrà scelta la rosa dei film per il miglior film straniero nella notte degli Oscar. La commissione riunitasi all'Anica ha scelto proprio il film già vincitore ai Nastri d'Argento con sette premi e con un ottimo risultato al botteghino con oltre 4 milioni e 700mila euro d'incasso.

“Sono contento di questa candidatura e devo ringraziare la commissione che l'ha decisa. È una possibilità, una chiave per entrare nella grande gara - ha commentato a caldo il regista - pur da vecchio anarchico pacifista e non violento, sento come un onore e una responsabilità rappresentare l’Italia in questa sfida”.

"Il traditore" sarà in concorso con Almodovar e il film vincitore del Festival di Cannes

Soddisfazione è stata espressa anche dal protagonista del film, Pierfrancesco Favino, che impersona proprio "il traditore" Buscetta.

​Il film di Marco Bellocchio è stato scelto in un elenco di film di tutto rispetto che comprendeva “Martin Eden” di Pietro Marcello, che aveva vinto la Coppa Volpi a Venezia con l'attore Luca Marinelli, “La paranza dei bambini” di Claudio Giovannesi, “Il primo re” di Matteo Rovere e “Il vizio della speranza”di Edoardo De Angelis.

L'Academy si riunirà il 13 gennaio 2020 per scegliere le cinque nomination internazionali. A concorrere con “Il traditore” ci saranno tra gli altri “Dolor y Gloria” di Pedro Almodovar, “Les miserables” di Ladj Ly, premiato a Cannes, e il vincitore del festival francese, “Parasite” di Bong Joon Ho.

"L'eroe dei due mondi" stimato dal giudice Giovanni Falcone

l film di Bellocchio, che uscirà nelle sale il 27 novembre, racconta la vita di Tommaso Buscetta, il pentito più famoso di Cosa Nostra, lungo vent'anni di vita, dagli anni '80 alla sua morte. Il “boss dei due mondi” come veniva chiamato per aver svolto la sua attività criminale in Italia e in America, aveva un forte legame col giudice Falcone fino a diventare quasi un'amicizia personale.

Di lui Bellocchio dice che “non è un eroe ma un uomo coraggioso. Senza dimenticare che era un criminale era comunque un uomo che non aveva paura di morire. Era un uomo ignorante ma aveva una grande personalità, un grande carisma”.

Correlati:

Oscar: i cinque film italiani, uno dei quali sarà candidato per il Miglior film straniero
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik