15:00 13 Dicembre 2019
Il segretario del Pd Nicola Zingaretti

Zingaretti: collaborazione vera nel governo

© CC BY-SA 3.0 / Niccolò Caranti / Nicola Zingaretti alla Festa dell'Unità di Roma
Italia
URL abbreviato
3112
Seguici su

L'alleanza con Di Maio, le regionali in Umbria, la scissione di Renzi, l'immigrazione e le tasse sono i principali argomenti trattati dal segretario del Pd in un'intervista su Sky Tg24.

Il leader del Partito Democratico è intervenuto su Sky Tg24 per L'intervista di Maria Latella. 

Durante la conversazione, ha rilevato la compattezza con gli alleati pentastellati, mettendo in evidenza le scelte condivise e lasciando alle spalle la litigiosità della precedente maggioranza giallo-verde.

​"Sui rapporti politici tra chi è al governo è cambiato tutto. E’ finito il tempo degli sgambetti, dei veti. Alla base di questo governo c’è una collaborazione vera e i risultati si vedono. Faremo di tutto per lasciare alle spalle la stagione degli scontri, delle chiacchiere, della demagogia. Tutti gli sforzi sono rivolti alle cose che servono agli italiani per vivere meglio".

Elezioni in Umbria

Riguardo alle elezioni regionali in Umbria e l'accordo vicino con i Cinque Stelle, Zingaretti ha sostenuto che gli accordi elettorali locali non sono automatici, ma vanno valutati di caso in caso. "Non c’è nessun automatismo.  Bisogna verificare di volta in volta le condizioni", ha dichiarato rispondendo alla possibilità di un'alleanza giallo-rossa anche per la Toscana. "Gli italiani apprezzeranno questo sforzo", ha aggiunto.

Immigrazione

Sul tema immigrazione Zingaretti ha sottolineato la totale discontinuità col precedente esecutivo Cinque Stelle-Lega e la linea salviniana. "La demagogia di Salvini sui porti chiusi non aveva risolto nulla. Noi vogliamo sicurezza e dobbiamo costringere gli altri Paesi ad assumersi le proprie responsabilità". Lo slogan ‘porti chiusi’ non funziona. Legalità, sicurezza e regolamentazione dei flussi sono temi nei quali crediamo".

Stop all'aumento dell'Iva

Tra gli impegni di questo governo, c'è anche quello di non far scattare l'aumento dell'Iva. "Le tasse le ha aumentate il governo dove c'era Salvini autorizzando i Comuni ad aumentare la leva fiscale. Questo governo si è impegnato, e lo farà, innanzitutto a non far scattare l'Iva, Salvini non aveva i soldi per farlo, e ad abbassare le tasse sui redditi medi e bassi".

Su Renzi: gravissimo errore

Il segretario Dem è tornato sulla scelta di Renzi di lasciare il Pd e creare una nuova forza politica, Italia Viva.

"Mi dispiace ma è stato un gravissimo errore. Primo perché dividersi è sempre un errore. Poi credo che a tutti abbia dato fastidio, anche chi non è del Pd, il fatto che il giorno stesso in cui si votava un governo voluto fortemente, un po' a freddo si è voluta questa rottura".

Tags:
M5S, Movimento 5 Stelle, Matteo Renzi, Nicola Zingaretti, Giuseppe Conte, governo, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik