Widgets Magazine
09:59 21 Ottobre 2019
Giorgia Meloni

Giorgia Meloni: al centro ci sono più partiti che voti

© Foto : Giorgia Meloni, Twitter
Italia
URL abbreviato
231
Seguici su

Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d'Italia, sullo strappo di Renzi: italiani stufi dell'inciucismo, il centro è sovraffolato, ma non ha tutti questi voti.

Molto drastica Giorgia Meloni sulle vicende che hanno visto come protagonista Renzi, lasciare il PD all'indomani del giuramento della squadra di governo. "Penso che tutto questo sia patetico - afferma in un'intervista - che sia penoso vedere una politica asserragliata nel palazzo". Gli italiani non sono interessati ai tatticismi di Renzi, continua la leader in costante ascesa nei sondaggi dell'ultimo mese, sono stufi di un moderatismo che "da troppo tempo si è confuso con l'inciucismo". 

"Gli italiani lo hanno capito e chiedono una proposta politica chiara, non urlata, basata su proposte concrete". La corsa al centro, aggiunge, non riflette le posizioni dell'elettorato. "Vedo un affollamento al centro dove però non sono più sicura che ci sia un elettorato", spiega.  

Lo strappo di Renzi

Una mossa di palazzo, che interessa il palazzo non il popolo, sostiene la leader di FdI. Renzi non accetta di giocare un ruolo secondario, aggiunge, e la sua tattica è finalizzata esclusivamente a riavere un ruolo di leadership. 

"Quella di Renzi è una mossa di estremo interesse per il Palazzo ma a mio avviso nulla per i cittadini. Renzi è il politico che ha tradito più promesse in assoluto, è un campione mondiale di cinismo, non credo una sua creatura possa ancora godere di molta credibilità. Aspetto solo che arrivi la democrazia e gli elettori possano giudicarlo"

Il Conte bis

Un governo che l'Italia non merita, dice la Meloni, privo di una visione, di un programma, unito solo da tatticismi, da personalismi per l'affermazione di una delle tante "bande di partito". 

Per questa ragione ribadisce la necessità di tornare rapidamente alle urne. 

La proposta sovranista

I sondaggi danno l'area sovranista in ascesa, e secondo la leader, la crescita nell'elettorato è dovuta sia alla capacità di avvicinare ampie realtà della destra italiana, che al fatto di avere le idee chiare. 

"Conta certamente il fatto che siamo un partito con idee molto chiare, che se diamo una parola la manteniamo. Può essere che questi elementi creino poca suspence ma credo che gli italiani lo apprezzino. Così come apprezzano una nostra collocazione per un'idea di Europa confederale"

La confederazione europea

Idee forti come la proposta della creazione di una confederazione europea, che sostituisca il "Frankenstein" dell'attuale UE e che garantisca un maggior ruolo agli stati-nazione. 

"Crediamo che l'Europa dovrebbe essere una confederazione di stati sovrani che cooperano sulle grandi materie ma lasciano alla competenza degli stati nazionali le questioni più prossime ai cittadini. Mentre l'attuale costruzione europea non essendo né federale né confederale è una specie di Frankenstein delle organizzazioni internazionali. In questa confusione i Paesi più forti finiscono per fare i loro interessi a scapito di tutti gli altri". 

Tags:
Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik