02:11 07 Dicembre 2019

Tunisini sbarcano fra i bagnanti, salutano e si danno alla macchia - Video

© Foto : Mediterranea Saving Humans
Italia
URL abbreviato
809
Seguici su

L'ennesimo sbarco fantasma, questa volta in una spiaggia dell'agrigentino. Circa 25 tunisini approdano sull'arenile con una barchetta di legno e scappano verso il boschetto. La polizia sta rastrellando la zona.

Appena mettono piede sulla terraferma, salutano i bagnanti e poi scappano verso il boschetto marino che circonda la spiaggia di San Leone, in provincia di Agrigento. Lo sbarco è avvenuto ieri pomeriggio, verso le sei. La piccola imbarcazione trasportava circa 25 migranti, uomini e magrebini, probabilmente dalla Tunisia.

E' probabile che i migranti siano arrivati su una barca madre sino a poche miglia dalla costa e poi da lì abbiano raggiunto la riva con il barchino, troppo fragile per affrontare una lunga navigazione. 

Gli uomini della guardia costiera, polizia e guardia di finanza sono giunti poco dopo per rastrellare la zona. Sarebbero stati fermati una decina di giovani entrati illegalmente. 

 Gli sbarchi fantasma

Costituiscono circa l'80% degli sbarchi. Si tratta di piccole imbarcazioni, per lo più pescherecci o gommoni, che trasportano dalle 10 alle 30 persone circa. I porti di partenza sono la Libia e la Tunisia. Le piccole imbarcazioni riescono agilmente a superare i controlli e approdare sulla terraferma. 

Non sempre gli sbarchi vengono intercettati, per cui il fenomeno è per lo più incontrollato. Al 2 settembre erano 208 gli sbarchi contabilizzati e circa 4550 i migranti che sono giunti su territorio italiano, contro i 46 sbarchi delle ONG che hanno portato in Italia 947 persone. 

Tags:
Migranti, Sicilia, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik