16:32 19 Novembre 2019

Cerciello rega: anche il legale di Hjorth rinuncia al riesame "ci sono ancora elementi da chiarire"

© AP Photo / Andrew Medichini
Italia
URL abbreviato
0 20
Seguici su

Il legale di Natale Hjoerth: "attendiamo le analisi degli atti dai nostri cosulenti". L'avvocato del carabiniere: "la procura sta lavorando bene".

Dopo la rinuncia al Tribunale del riesame la settimana scorsa da parte dei legali di Finnegan Lee Elder, il giovane americano accusato materialmente di aver ucciso il 26 luglio scorso a Roma il vice-brigadiere dei carabinieri Mario Cerciello Rega, anche gli avvocati dell'altro accusato, Gabriel Natale Hjorth ritirano la richiesta di revoca di misura cautelare per il proprio cliente. Il provvedimento era stato deciso dal gip Chiara Gallo a fine luglio, pochi giorni dopo il delitto.

Le impronte di Hjorth sul pannello del controsoffitto dove era stato nascosto il coltello

“Abbiamo preso questa decisione perché la procura ha depositato nuovi atti a ridosso dell'udienza e il nostro assistito ne ha avuto conoscenza dalla tv – ha spiegato l'avvocato del ragazzo, Francesco Petrelli – abbiamo ricevuto comunicazione inoltre che c'è ancora attività istruttoria in corso e a noi serve tempo per analizzare con i nostri consulenti i documenti che sono agli atti”.

Il riferimento della difesa riguarda i risultati dell'attività del Ris che ha individuato le impronte di Hjorth sul pannello del controsoffitto della stanza d'albergo dove alloggiava con Elder e dove è stato nascosto il coltello utilizzato per colpire il carabiniere.

Un elemento su cui interviene l'avvocato della famiglia Cerciello, Massimo Ferrandino: “il dato sulle impronte rilevate è molto importante, facciamo terminare l'ottimo lavoro che sta conducendo la procura”.

Correlati:

Carabiniere ucciso, famiglia Lee Elder: “speriamo che emerga la verità”
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik