Widgets Magazine
09:38 12 Novembre 2019
Autoveicolo dei Carabinieri

Nel beneventano una donna getta il suo neonato in un burrone e poi lo uccide con un bastone

CC BY-SA 2.0 / Klaus Nahr / Carabinieri
Italia
URL abbreviato
502
Seguici su

All'origine del gesto forse un litigio col convivente. Alcuni passanti hanno tentato di intervenire ma la donna li ha minacciati con un coltello.

Una tragedia terribile è accaduta ieri nel Beneventano: secondo la ricostruzione fatta da alcuni testimoni, una donna dopo un incidente automobilistico, finita contro il guardrail, avrebbe estratto il suo piccolo di 4 mesi che portava con sé e l'avrebbe lanciato da una scarpata. Poi, mentre il neonato in fondo al dirupo era ancora vivo e piangeva, l'ha raggiunto e ucciso, colpendolo alla testa.

La donna, 34 anni ora è in ospedale e piantonata dalle forze dell'ordine. Proprio i carabinieri, avvertiti dalle persone presenti, insieme ai vigili del fuoco hanno trovato il corpo del piccolo senza vita in fondo al burrone.

Il coltello brandito dalla donna contro chi interveniva per salvare il bambino

La ricostruzione di quanto è accaduto è ancora incompleta (non è ancora chiara la dinamica dell'incidente) ma sembra che la donna, dopo un litigio col convivente, in un paese in provincia di Avellino, avrebbe preso l'auto e raggiunto la statale Telesina, all'altezza di Solopaca dove poi avrebbe compiuto il gesto folle.

Secondo il racconto dei testimoni, il piccolo piangeva a dirotto mentre veniva lanciato nel burrone, attirando l'attenzione di alcuni automobilisti fermi in un vicino bar i quali hanno provato ad intervenire per fermare la donna che però li aveva minacciati, brandendo un coltello.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik