Widgets Magazine
19:03 16 Ottobre 2019
Agenti della polizia italiana a Milano

Italia, arrestati 12 capi ultrà della Juve

© AP Photo / Luca Bruno
Italia
URL abbreviato
3130
Seguici su

Blitz della polizia, eseguite 12 misure cautelari nei confronti dei capi ultrà della curva della Juve, vengono accusati di gestire il bagarinaggio.

E' scattata stamattina in diverse città italiane l'operazione "Last Banner" che ha già portato all'arresto di 12 persone tra i capi e i principali referenti degli ultrà della curva della Juve.

L'indagine della Digos di Torino è stata avviata un'anno fa dopo la denuncia della società sportiva Juventus nei confronti dei capi ultrà per il ricatto a cui era stata sottoposta.

Sono attualmente in corso anche decine di operazioni nei riguardi di altri 39 gruppi ultrà in diverse città italiane: Milano, Genova, Pescara, Mantova, La Spezia, L’Aquila, Firenze, Alessandria, Asti, Como, Savona, Monza, Bergamo e Biella.

Secondo le informazioni dei media tra gli arrestati ci sono i capi e i principali referenti dei gruppi “Drughi”, “Tradizione-Antichi valori”, “Viking”, “Nucleo 1985” e “Quelli... di via Filadelfia”. Vengono accusati, a vario titolo, di associazione a delinquere, estorsione aggravata, auto riciclaggio e violenza privata.

I rapporti tra la società sportiva e il tifo si sono inaspriti circa un anno fa quando è diventato più complicato per gli ultrà ottenere i biglietti in omaggio e in numero superiore rispetto a quello consentito.

Tra le minacce più evidenti da parte dei tifosi c'è questa: “Se non ci date i biglietti vi facciamo squalificare lo stadio con i cori razzisti", che ha continuato tutta la corsa stagione.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik