22:16 07 Dicembre 2019
Auto della polizia italiana

Arrestato il "pizzaiolo del Papa" per truffa agli anziani

CC BY-SA 3.0 / Viaggiatore / Polizia di stato lamborghini
Italia
URL abbreviato
120
Seguici su

Vincenzo "Enzo" Cacialli è stato arrestato in flagranza di reato a Torino dalla polizia dopo aver truffato un'anziana donna di 85 anni.

Il 23 marzo del 2015 Vincenzo "Enzo" Cacialli aveva consegnato a Papa Francesco, impegnato in una visita pastorale nel capoluogo campano, una pizza preparata ad hoc con i colori del Vaticano: mozzarella di bufala, pomodorini gialli e la scritta "W il Papa".

Da quel giorno è diventato "il pizzaiolo del Papa" su giornali e tv locali e internazionali, compresa la Cnn.

All'epoca era un noto imprenditore a Napoli perché gestiva insieme ad alcuni soci la pizzeria "La figlia del Presidente" nel centro storico della città partenopea.

A distanza di quattro anni Vincenzo Cacialli è ritornato sulle cronache per una brutta storia, legata al raggiro seriale di persone anziane. 

Le indagini delle forze dell'ordine sono partite dopo alcuni accertamenti condotti a Genova e a Torino, dove è stato arrestato in flagranza di reato per aver raggirato una donna 85enne. Al momento dell'arresto Cacialli è stato trovato in possesso di anelli e gioielli appartenenti alla donna.

Per raggirare le sue potenziali vittime con lo scopo di ottenere gioielli, denaro ed altri oggetti di valore, l'uomo si presentava come avvocato esperto in incidenti stradali, raccontando di essere il legale dei loro giovani parenti coinvolti in sinistri, che avevano la necessità urgente di reperire soldi.

"Sono il legale Demichelis, suo nipote ha provocato un incidente e ha bisogno urgente di soldi perché si trova in carcere".

Spaventando così le sue vittime, intascava il denaro o altri oggetti di valore per poi sparire nel nulla.

Nel capoluogo ligure è accusato di aver truffato quattro anziani. Hanno compromesso la sua attività di truffatore trasfertista diversi scatti che lo hanno immortalato sotto le case delle persone truffate e in stazione. Le forze dell'ordine hanno chiuso le indagini, ma sono ora alla ricerca del complice, un centralinista che avviava i contatti con gli anziani, che poi Cacialli raggiungeva nella loro abitazione per ritirare il denaro e per poi fare ritorno a Napoli in treno.

Tags:
Papa Francesco, Truffa, Italia, Società
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik