00:53 14 Dicembre 2019

A Pontida bagno di folla per Salvini

© AFP 2019 / Miguel Medina
Italia
URL abbreviato
10577
Seguici su

Il segretario della Lega si trova a Pontida per la tradizionale kermesse del partito. Salvini è salito sul palco per salutare i militanti, che gli hanno riservato una calorosa accoglienza al grido "Matteo, Matteo".

Prima di salire sul palco di Pontida Salvini ha scambiato alcune battute con i giornalisti. Ha affrontato le questioni di attualità della politica italiana, rilanciando l'opposizione al governo giallo-rosso del premier Giuseppe Conte.

Inoltre ha preso in parte le distanze dagli insulti piovuti al capo di Stato da parte del deputato Vito Comencini, rilevando che si tratta di toni sbagliati, anche se nella sostanza le critiche ci stanno perchè "sono state fatte scelte che non corrispondono alla volontà popolare."

"Possono essere sbagliati i toni, bisogna sempre portare rispetto. Io però non uso l'insulto e propongo agli italiani un cambiamento".

Una Pontida mai vista

Salvini ha ringraziato il popolo della Lega giunto a Pontida per prendere parte all'evento come mai visto prima" e non ha perso l'occasione per criticare la nuova alleanza giallo-rossa al governo, partendo dall'esperienza comunale di Roma.

"Roma è conciata così grazie al duo Raggi e Zingaretti... Vengo qui da 26 anni e una giornata così non l'ho mai vista, colonne enormi di auto, di pullman. Qualcuno immaginava una giornata triste, invece sarà una Pontida mai vista. Vogliamo un governo del popolo contro un governo del palazzo".

Referendum se rompono dl Sicurezza

"Il problema è che l'Italia torna ad essere un campo profughi. Lo vedremo nelle prossime settimane. Le ong hanno festeggiato. Se smonteranno il decreto sicurezza sarà un'altra occasione di referendum, perché sia il popolo ad opporsi alle scelte del palazzo. Sull'immigrazione la vedo grigia nei prossimi mesi, la vedo male".

Referendum sulla legge elettorale, no ai partitini

Gli alleati del centrodestra "sono d'accordo con un referendum sulla legge elettorale. Ne avevo parlato con entrambi", ha affermato il leader della Lega, aggiungendo: "voglio che ogni italiano sappia per chi vota, senza che ci siano partitini che tengono in ostaggio il Paese".

Salvini: flat tax verrà riproposta con noi al governo

"La flat tax sarà il primo provvedimento che prenderà la Lega quando tornerà al governo", ha promesso Matteo Salvini.

Di Maio è disperato

Salvini schernisce l'idea del suo ex alleato e leader del Movimento Cinque Stelle Luigi Di Maio di presentare una lista civica per le elezioni regionali in Umbria.

"Di Maio è evidentemente disperato e supplica il Pd per evitare che M5S possa sparire anche in quella regione. Fortunatamente i cittadini umbri potranno votare, a differenza degli altri Italiani, e quindi chi ha preferito la poltrona alla dignità ha le ore contate. Pd e M5S non possono scappare dai cittadini per sempre. Dopo 50 anni di sinistra, in Umbria c'è voglia di cambiare: non c'è trucco di palazzo che possa evitarlo".

Tags:
Movimento 5 Stelle, M5S, Virginia Raggi, Nicola Zingaretti, Immigrazione, Luigi Di Maio, Lega, Matteo Salvini
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik