01:13 16 Novembre 2019
Roberto Speranza, il ministro della Salute

Leu punta ad un'alleanza elettorale con i Cinque Stelle

© AFP 2019 / Andreas Solaro
Italia
URL abbreviato
8720
Seguici su

Lo ha dichiarato il ministro della Salute Roberto Speranza in quota Leu del governo Conte-bis in un'intervista rilasciata al Corriere della Sera.

Non solo il centrodestra cerca di ritrovare l'unità per le prossime sfide elettorali e la strategia da seguire all'opposizione, ma anche a sinistra, dopo l'intesa con i pentastellati per governare, si cerca di dare un carattere duraturo e programmatico con il nuovo alleato, nemico giurato fino a poco tempo fa.

Riguardo ad un'alleanza con il Movimento Cinque Stelle per le amministrative "se ne può parlare anche subito, già per le prossime elezioni regionali", dichiara il neo ministro della Salute Roberto Speranza, esponente di Liberi e Uguali (Leu).

Sottolinea che il governo con i nemici storici "è una vittoria politica che rafforza la democrazia italiana", aggiungendo che non si tratta di un'alleanza temporanea, "ma il tentativo strategico di costruire un nuovo orizzonte per il Paese. Gli italiani lo capiranno".

​Su un eventuale sbilanciamento dell'esecutivo a sinistra a favore del Pd e Leu, Speranza spiega:

"Non credo. Con i 5 Stelle c'è un terreno comune. Non sarà facile, ma la rotta è segnata. I problemi del Paese sono tanti e gravi. Vengo da una scuola politica per cui governare è lavorare giorno e notte, non fare un tweet. Questione sociale, lavoro e rivoluzione verde devono essere il fuoco di questo progetto, che parte da Roma, ma avrà ricadute sul territorio".

Ha concluso rilevando il nuovo spirito collaborativo e la necessità di chiudere la stagione degli scontri, dell’odio e degli insulti".

"Le istituzioni sono sacre e consiglio, prima di tutto a me stesso, umiltà, serietà, rigore. Nel primo Cdm ho trovato questo spirito. Dobbiamo chiudere la stagione degli scontri, dell’odio e degli insulti".

Tags:
M5S, Movimento 5 Stelle, LEU, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik