Widgets Magazine
20:06 16 Ottobre 2019
Silvio Berlusconi e Matteo Salvini

Salvini risponde a Berlusconi chiedendo unità nel centrodestra

© AFP 2019 / Alberto Pizzoli
Italia
URL abbreviato
6145
Seguici su

L'ex capo del Viminale e leader della Lega continua a insistere sulla lista unica del centrodestra con Forza Italia e Fratelli d'Italia e invita Silvio Berlusconi a "mettere davanti la squadra".

Ora che elezioni politiche sono sfumate, Matteo Salvini guarda ai prossimi appuntamenti che interesseranno Umbria, Emilia-Romagna, dove si voterà per le regionali.

Intervenendo in un comizio a Caorso, in provincia di Piacenza, per il leader della Lega il centrodestra deve lavorare per "liberare intere regioni Italiane come l'Emilia Romagna e l'Umbria che da decenni sono mal governate dalla sinistra". Per questo invita "gli alleati a rimanere alleati". "Ciascuno faccia un passo indietro per le sue ambizioni personali di partito e metta davanti la squadra", dichiara rilanciando proprio per l'Emilia Romagna la candidatura della leghista Lucia Borgonzoni.

Domani davanti alla Camera senza bandiere di partito saranno presenti Salvini e la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni per protestare contro il nuovo governo giallo-rosso Pd e M5s. Il centrodestra si presenterà quindi non unito, dal momento che Forza Italia ha deciso di non prendere parte alla manifestazione e concentrare l'attività di opposizione al nuovo governo del premie Conte nelle aule parlamentari.

A Caorso Salvini ha criticato la posizione scelta da Forza Italia.

"Non vedo dove stia il problema rispetto a gente che sta in Parlamento e in piazza. Noi facciamo il nostro lavoro in Parlamento, nei Comuni e nelle Regioni, - aggiunge Salvini. - Però rappresentiamo i milioni di italiani che sono indignati per un governo che non sta né in cielo né in terra e per un Partito democratico che ha perso tutte le elezioni possibili negli ultimi due anni e si ritrova al governo con le operazioni dei Renzi, dei Lotti, delle Boschi, dei Franceschini, degli Zingaretti".

Nel suo intervento Salvini ha ribadito l'accusa al governo Conte-bis di essere frutto di una manovra di palazzo con l'approvazione di Berlino, Parigi e Unione Europea.

"A Berlino, a Bruxelles e a Parigi - accusa - stanno stappando spumante perché evidentemente pensano che l'Italia sia tornata un Paese servo o di serie B e quindi danno qualche mancetta o qualche elemosina".

Tags:
Opposizione, Forza Italia, Lega, Silvio Berlusconi, Matteo Salvini, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik