03:26 14 Dicembre 2019
Crocifisso

Salvini posta foto del crocifisso mentre giura nuovo governo M5s-Pd

© Sputnik . Илья Питалев
Italia
URL abbreviato
13114
Seguici su

Il leader della Lega ha pubblicato un tweet con una fotografia del crocifisso accompagnato dalla frase "a protezione e difesa della nostra Italia".

Questa mattina la squadra del nuovo governo giallo-rosso guidato dal premier Giuseppe Conte ha giurato al Quirinale dal capo dello Stato, insediandosi ufficialmente.

Nei giorni scorsi durante le trattative tra i pentastellati e i Dem per trovare l'intesa sui programmi e nomi del governo Conte-bis, così come dopo il raggiungimento dell'intesa, il leader della Lega non aveva risparmiato critiche contro l'inciucio M5s-Pd.

"Il nuovo governo degli orrori, dei perdenti e dei poltronari, uniti solo dal collante dell'odio verso la Lega, riaprirà porti e confini. Ma sarò ancora più determinato, ci prepariamo a riprendere per mano questo splendido Paese", aveva detto Salvini durante una sua diretta sui social.

Dopo il giuramento Salvini non ha rilasciato dichiarazioni in merito all'insediamento dell'esecutivo giallo-rosso, ma si è limitato a pubblicare sui social una fotografia di un crocifisso, accanto a un vaso di fiori, accompagnandola con una frase.

"A protezione e difesa della nostra Italia, dei nostri valori, della nostra cultura, della nostra identità e della nostra libertà".

​Il tweet è arrivato pressochè in contemporanea con la prima riunione del nuovo Consiglio dei ministri, prima tappa del secondo mandato a Palazzo Chigi di Giuseppe Conte.

Sempre dai social il leader della Lega ha preso spunto dalla delusione per la mancata conferma a ministro di Elisabetta Trenta per sottolineare quello che secondo lui è il vero collante tra Pd e M5s al governo: l'odio per la Lega.

​Salvini e le polemiche per l'uso dei simboli religiosi

Il leader della Lega Matteo Salvini non ha nascosto il proprio credo durante le sue campagne in giro per l’Italia, ricorrendo anche a invocazioni alla Madonna o all'esibizione del rosario.

Anche il 20 agosto, nel giorno in cui è ufficialmente finita l'esperienza di governo Lega-M5s, il premier dimissionario Giuseppe Conte aveva strigliato il suo vice per l'uso di simboli religiosi in politica.

"Chi ha responsabilità di governo dovrebbe evitare di accostare durante i comizi gli slogan politici ai simboli religiosi", aveva detto Conte aggiungendo che si tratta di "episodi di incoscienza religiosa che rischiano di offendere il sentimento dei credenti".

Salvini ha ricevuto critiche anche dal clero per l'ostentazione di simboli religiosi. "Sfruttare la devozione e i sentimenti popolari più puri per bassi interessi elettorali è un comportamento inqualificabile", aveva dichiarato il vescovo di Mazara del Vallo, Monsignor Domenico Mogavero, dopo che il leader della Lega al termine del suo comizio a Siracusa questa estate aveva mostrato ancora una volta il rosario, tenuto stretto nel pugno, per poi baciarlo insieme ad un santino.

Tags:
M5S, Movimento 5 Stelle, partito Democratico, governo, Italia, Religione, Lega, Matteo Salvini
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik