19:09 14 Dicembre 2019
Il premier Conte ricevuto al Quirinale

Conte presenta la lista dei ministri, ecco i nomi

Quirinale - Twitter
Italia
URL abbreviato
Crisi di Governo (77)
121242
Seguici su

Alle 15.30 il Presidente del Consiglio incaricato Giuseppe Conte ha presentato la lista della squadra di governo, che presterà giuramento domani mattina.

Un esecutivo equilibrato, con i ruoli equamente redistribuiti tra PD e M5S e un tecnico al Viminale. 

Restano confermati solo Alfonso Bonafede, al ministero della Giustizia, e Sergio Costa all'Ambiente, mentre Luigi Di Maio trasloca alla Farnesina al posto di Moavero Milanesi. 

Al PD vanno dei dicasteri chiave, come il MEF, che va a Roberto Gualtieri, e la Difesa che va a Lorenzo Guerini, attuale presidente del Copasir, mentre il Viminale spetta a un "tecnico" in quota PD, l'ex prefetto di Milano Luciana Lamorgese. Sarà un ministro del PD a dialogare con l'Europa, Enzo Amendola, che va agli Affari Europei.

Ai 5 Stelle andrà il ministero del Lavoro, assegnato a Nunzia Catalfo, una delle redattrici della legge per il reddito di cittadinanza. Stefano Patuanelli andrà allo Sviluppo, Paola Pisano all'Innovazione tecnologica e digitalizzazione, Fabiano Dadone alla Pubblica Amministrazione, Federico D’Incà ai Rapporti con il Parlamento, Lorenzo Fioramonti all’Istruzione, Vincenzo Spadafora allo Sport.

Per il PD, ci sarà Dario Franceschini alla Cultura, Francesco Boccia agli Affari regionali, Teresa Bellanova alle Politiche agricole, Paola De Micheli alle Infrastrutture, Elena Bonetti alle Pari Opportunità. Cambieranno di segno il ministero per il Sud, assegnato a Giuseppe Provenzano che subentra a Barbara Lezzi, e il ministero della Salute, assegnato a Roberto Speranza (LeU), che sostituisce Giulia Grillo, che resta fuori assieme a Toninelli e a un super favorito, Nicola Morra. 

Sorpresa per la scelta del sottosegretario di Conte, che non sarà super partes, come chiedeva il PD, ma è stato assegnato all'ex ministro per i Rapporti con il Parlamento, Riccardo Fraccaro. Confermata, così, la presenza del M5S a palazzo Chigi. 

La squadra di governo giurerà domattina alle dieci. Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, è voluto intervenire in sala stampa per porgere il saluto ai giornalisti e rinnovare l'importanza della libertà di stampa. 

Tema:
Crisi di Governo (77)
Tags:
PD, M5S, governo, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik