23:26 07 Dicembre 2019
Elicottero Mi-171А2 equipaggiato per i lavori di ricerca e soccorso

La coppia di alpinisti salvati a Lavaredo ora dovrà risarcire il 118

© Foto : Rostec
Italia
URL abbreviato
1172
Seguici su

La coppia di alpinisti spagnoli salvata ieri sulle Tre Cime di Lavaredo dovrà ora risarcire il 118 come previsto nei casi in cui la persona si mette deliberatamente in una situazione di pericolo.

La loro scampagnata sulle alpi gli è costata molto caro, perché ora la coppia di alpinisti spagnoli sarà costretta a risarcire il 118 di Pieve di Cadore.

In queste ore sono in corso le valutazioni da parte dell'ente, che però ha già fatto sapere che il salvataggio "sarà a loro totale carico".

Si potrebbe trattare di maxi una cifra tra gli 8 e i 10 mila euro, considerando che un minuto elisoccorso è valutato 120 euro per i cittadini stranieri, in quei casi in cui la persona si è messa volontariamente in una posizione di pericolo.

Sui motivi della decisione di richiedere un rimborso ha voluto far chiarezza ai microfoni dell'ANSA il primario del Suem 118 di Pieve di Cadore, Giovanni Cipollotti: "Sicuramente sarà a loro carico", ha spiegato, "perchè rientra nei casi in cui agli illesi è chiesto il ritorno totale delle somme dell'intervento".

"Un caso del genere? Non mi era mai capitato. Credo si possa parlare solo di stupidità e incoscienza", ha poi concluso Cipollotti, rispondendo ad un'altra domanda dei giornalisti.

La coppia era stata salvata nella giornata di ieri, dopo essersi trovata in difficoltà sulle Tre Cime di Lavaredo e avendo rifiutato due richieste di soccorso.

Ad allertare il soccorso alpino era stata la famiglia dei due che si era allarmata avendo perso i contatti con i propri cari.

I due rocciatori peraltro erano rimasti già bloccati in alta quota martedì scorso, venendo coinvolti in un'altra operazione di salvataggio.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik