22:57 11 Dicembre 2019
Il leader del Movemento 5 stelle Beppe Grillo

Grillo "incazzato" contro Di Maio, è scontro nei 5 stelle

© AFP 2019 / Andreas Solaro
Italia
URL abbreviato
Crisi di Governo (77)
9115
Seguici su

Grillo, con un post abbastanza ermetico pubblicato sul suo blog, afferma di essere "incazzato" con il leader dei cinquestelle Di Maio. Affermazioni che fanno pensare ad uno scontro in atto nel movimento.

Con un post pubblicato sul Blog delle Stelle e poi rilanciato dal Fatto quotidiano, che già dal titolo è tutto un programma, "Ipnologia dell'Elevato", Beppe Grillo si è rivolto in maniera molto dura al capo politico del movimento, rendendo esplicito ciò che nel video di sabato era stato lasciato fra le righe.

Un Grillo "con tre teste", scrive nel post, una delle quali  rivolta a Di Maio, "incazzata ed ancora stupefatta per l’incapacità a cogliere il bello intrinseco nel poter cambiare le cose". Il riferimento è chiaro: l'ultimatum che Di Maio aveva imposto al PD con i dieci punti "che raddoppiano come alla Standa", che stava rischiando di far saltare le trattative.

Solo l'intervento del guru del movimento, che aveva detto in merito alla mossa di Di Maio  «abbiamo da progettare il mondo, invece ci abbruttiamo, e le scalette e il posto lo do a chi e i dieci punti, i venti punti, basta!», aveva permesso di uscire dall'empasse, dando un'accelerata ai lavori per il governo. Restava il nodo della contesa con i dem, ovvero il posto da vicepremier che Di Maio voleva mantenere

Il Pd ha afferrato la mano tesa da Grillo e ha detto sì al programma, chiedendo al movimento di fare un passo indietro per risolvere l' ultimo ostacolo delle trattative. Con un tweet Dario Franceschini ha proposto di eliminare i vicepremier per riuscire ad andare avanti. 

La stanchezza di Conte

Grillo parla anche di Conte, che incorona nella categoria degli "Elevati" - e probabilmente nuovo riferimento all'interno del movimento. Un Conte stanco, che  "possiede un filo conduttore interiore: una persona eccezionale perché capace di rimanere normale, non sono tantissimi". Sembra riferirsi al fatto che Conte, a differenza di altri, non ha brame di potere, perché "ha una casa dove andare", e non ambisce a posti e al potere. E poi aggiunge: "In un mondo così inquinato da vedere il nulla dove c’è impegno e ragionevolezza l’Elevato incorpora dentro a sè, per mondarli, gli spiriti più maligni: depressione, incapacità a cogliere con ironia quello che ti capita e brama di potere." 

La riunione convocata da Di Maio

Nella mattinata ha incontrato incontro con i ministri e i sottosegretari che hanno fatto parte della squadra di governo. Sul tavolo sono girati i nomi della squadra di governo. 

Non è filtrato molto se non che Di Maio ha ribadito che l'ultima parola spetterà agli attivisti. Fiato sospeso per le votazioni sulla piattaforma Rousseau, che avverranno domani dalle 9.00 alle 18.00.

Alla fine della riunione Di Maio ha voluto ringraziare e accomiatarsi dala sua squadra. "Un saluto alla grande squadra del MoVimento che ha governato per 14 mesi con impegno e dedizione, pensando sempre al bene dei cittadini.Comunque andrà sono orgoglioso di loro e del lavoro svolto".

Tema:
Crisi di Governo (77)
Tags:
Beppe Grillo, Luigi Di Maio, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik