Widgets Magazine
13:08 13 Novembre 2019
Il ministro per i Beni e le attività culturali Dario Franceschini

Dario Franceschini: sì a Grillo, ma via i vicepremier

© Foto: BTO - Buy Tourism Online
Italia
URL abbreviato
Crisi di Governo (77)
339
Seguici su

Le trattative verso il nuovo governo hanno accelerato nel week-end, dopo le dichiarazioni di Grillo e Conte, ma rimane il nodo centrale del vicepremier. Franceschini dice sì a Grillo e propone un governo senza vicepremier.

La squadra di governo potrebbe già essere pronta mercoledì. Lo ha detto ieri il presidente del Consiglio incaricato Conte, affermando che tra oggi e domani verranno sciolte le riserve. Un'inversione di marcia, avvenuta quando le trattative sembravano ad uno stallo, dopo i 20 punti di Di Maio, e riemergeva sul tavolo l'ipotesi di elezioni anticipate. A segnare la svolta un messaggio della voce massima del movimento, Beppe Grillo, che invitava il PD a sedersi al tavolo per discutere "non di posti", ma del "futuro che si vuole scegliere per il Paese".

Il PD ha detto sì a Grillo e Dario Franceschini ne ha approfittato per rilanciare e "mettere alla prova" il Movimento, proponendo di eliminare i vicepremier, il vero pomo della discordia che ha ostacolato le trattative, per far decollare il governo. 

Una proposta che trova l'appoggio di tutti i dem. A partire dal segretario che scrive in un tweet: "Un altro contributo del pdnetwork per sbloccare la situazione e aiutare il Governo a decollare". Adesso si attende la mossa di Luigi Di Maio, il diretto interessato, rimasto in silenzio nel week-end, per lasciare spazio a Grillo e Conte. Per questa mattina è attesa una riunione con i suoi. 

Su Di Maio interviene il senatore pentastellato, Gianluigi Paragone, secondo cui "non piace al Pd perché sta difendendo quello che di buono avevamo fatto nel precedente governo". Da qui l'interesse il tentativo di ridurne la centralità.

Calenda, che fin dall'inizio della crisi chiedeva il ritorno alle elezioni, ironizza sulla proposta di Franceschini, con una battuta: "Dario ti prego dimmi che il video a cui fai riferimento era quello della pubblicità dello yogurt Yomo dell’89". E poi commenta: "Devono fare questo obbrobrio per paura delle elezioni o altro? Lo facessero. Ma almeno senza queste umilianti genuflessioni a Grillo. Perché chi rappresenta una comunità ne deve preservare prima di tutto la dignità".
Tema:
Crisi di Governo (77)
Tags:
M5S, PD, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik