01:07 16 Novembre 2019

Migranti, Viminale dà l'ok per sbarco di donne, bambini e malati da Mare Jonio

© Foto: Mediterranea Saving Humans
Italia
URL abbreviato
6013
Seguici su

La notte scorsa il ministro Trenta ha autorizzato lo sbarco di donne, bambini e malati dalla nave Mare Jonio, alla quale era però stato in precedenza notificato il divieto d'ingresso.

Nel corso della serata di ieri a Lampedusa è avvenuto il trasbordo di 64 tra donne, bambini e malati dalla nave Mare Jonio di Mediterranea Saving Humans. Le persone sono state tratte in salvo a bordo di una motovedetta della Guardia Costiera italiana. 

L'operazione, che ha ricevuto l'autorizzazione del Viminale e si è concluso attorno alle ore 9, è stata portata a termine non senza difficoltà, poiché alla Mare Jonio non è stata data la possibilità di ridossare, cioè di mettersi al riparo dal vento e dalle onde. 

Questa mattina alle 6, in presenza di un forte temporale a largo della costa di Lampedusa, la Capitaneria di Porto italiana ha notificato all'equipaggio della Mare Jonio il divieto d'ingresso in acque territoriali, con la nave che è dunque stata costretta portarsi ad una distanza di 13 miglia dalle acque italiane come previsto dalla legge.

Nella giornata di ieri il ministro dell'Interno Salvini aveva infatti firmato un divieto d'ingresso, transito e sosta in acque italiane per tutte le imbarcazioni con a bordo clandestini, ribadendo in tal modo l'intransigenza in tema d'immigrazione. 

​Nel corso della serata sono poi state diffuse alcune sequenze filmate degli sbarchi.

​La ONG Mediterranea Saving Humans ha voluto ribadire sui social la necessità di trovare una soluzione per le 34 persone ancora a bordo della Mare Jonio che sono in attesa di sbarcare in un porto italiano.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik