04:02 08 Dicembre 2019
La nave spagnola Open Arms arriva nel porto di Lampedusa (foto d'archivio)

Disposto dissequestro della nave Open Arms

© REUTERS / Guglielmo Mangiapane
Italia
URL abbreviato
5011
Seguici su

La nave della ONG spagnola, protagonista di un braccio di ferro estenuante con il capo del Viminale Salvini risolto dal Tar del Lazio, è stata dissequestrata.

Il sequestro del 20 agosto della Open Arms era legittimo, ma al momento non sussistono più le esigenze probatorie per tenere in stato di fermo la nave della Ong spagnola. Lo ha stabilito il Gip del tribunale di Agrigento Stefano Zammuto, che ha inoltre confermato il "fumus" del reato di sequestro di persona da parte di pubblici ufficiali, per ora aperto contro ignoti.

Secondo il magistrato, il 20 agosto scorso incombeva l’urgenza di sequestrare la nave. Nella relazione del Gip si legge che "sussiste il fumus del reato di sequestro di persona da parte dei pubblici ufficiali in corso di identificazione, sulla base del fatto che il Tar del Lazio aveva sospeso il divieto di ingresso in acque territoriali e i migranti sono, quindi, stati trattenuti indebitamente dal 14 agosto". 

Anche se al momento a carico di ignoti, l'inchiesta assume che si sia consumato il reato di rifiuto di atti di ufficio in relazione alla mancata evacuazione della nave con a bordo i migranti salvati in due momenti. Il giudice Zammuto scrive che "è stato omesso il preciso obbligo di individuare un porto sicuro spettante all'Italia in quanto primo porto di approdo in base al trattato di Dublino", circostanza che avrebbe messo in serio rischio "la sicurezza dei migranti a bordo, dell’equipaggio e delle stesse forze di polizia impegnate a garantire la sicurezza in mare".

Secondo il Gip ad oggi, alla luce dell'evacuazione e del soccorso ai migranti, non sussistono più "le esigenze probatorie anche in considerazione del fatto che non si ascrive all’organizzazione e all’equipaggio alcuna responsabilità." Pertanto è stata disposta la restituzione della nave alla ONG spagnola. 

Tags:
Immigrazione, ONG, Lampedusa, Sicilia, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik