13:17 17 Novembre 2019
Matteo Salvini (foto d'archivio)

Salvini schernisce piano del Pd per governo con M5s

© AP Photo / Andrew Medichini
Italia
URL abbreviato
Crisi di Governo (77)
215410
Seguici su

Il leader della Lega era a Montecitorio per la riunione dei deputati del suo partito in vista delle consultazioni al Colle dopo le dimissioni del premier Conte.

Intervistato dai giornalisti appostati davanti la Camera dei Deputati, ha commentato la linea adottata dalla direzione Dem, che ha dato mandato al segretario Zingaretti di trattare col M5s per un governo forte basando i colloqui su cinque punti, evidenziando l'assenza dei cavalli di battaglia dei pentastellati.

"Dal Pd è arrivato subito uno sberlone al M5S: no referendum e no taglio dei parlamentari. Con la Lega il taglio dei parlamentari era un certezza".

Ha poi ancora una volta ribadito la volontà di chiedere domani al Quirinale le elezioni anticipate, bocciando l'idea di nuovi governi "delle poltrone, degli inciuci e dei no".

"Noi chiediamo le elezioni, gli unici antidemocratici sono quelli che stanno chiusi nei palazzi e non vogliono elezioni". 

Ha poi evidenziato la priorità politica della Lega, accompagnandola con critiche all'indirizzo del Pd, concentrato solo a non aumentare le tasse, e degli ex alleati pentastellati, con cui erano "impraticabili le idee economiche rivoluzionarie".

"Non ci accontentiamo di non aumentare Iva, ho letto che il Pd non vuole aumentare le tasse. Il problema in Italia non è aumentare le tasse, è se abbassarle. Quindi sono convinto che, se gli italiani avranno la possibilità di votare, cosa che in democrazia mi sembra la via migliore, noi abbiamo idee economiche che con i Cinque Stelle non erano praticabili: dalla pace fiscale alla flat tax. Quindi la riunione dei parlamentari della Lega guarderà al futuro, agli altri lasciamo inciuci e inciucini e inciucioni...''.

Infine ha risposto alla sfida lanciata da Renzi e si è augurato che il presidente Mattarella prenda una decisione per il bene degli italiani.

"Anche Renzi mi ha sfidato a duello elettorale, gli ho detto anche domani. Son simpatici costoro che insultano, bullizzano, sfidano e poi scappano, gli dico: ci vediamo in cabina elettorale a ottobre", ha commentato Salvini. E ancora: "c'è il presidente della Repubblica che fortunatamente ha il quadro e la sensibilità per decidere che cosa è bene per gli italiani".

Tema:
Crisi di Governo (77)
Tags:
Movimento 5 Stelle, M5S, partito Democratico, Lega, Matteo Salvini, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik