Widgets Magazine
23:11 17 Settembre 2019
Bundesfinanzminister Olaf Scholz

Italia non scatenerà crisi in zona euro - ministero Finanze tedesco

© AP Photo / Francisco Seco
Italia
URL abbreviato
0 14
Seguici su

Non c'è alcun segno di una minaccia alla zona euro causata dalla crisi politica in Italia, ha detto mercoledì il ministro delle finanze tedesco Olaf Scholz.

"No, non vi è alcun segno di ciò", ha detto Scholz alla televisione tedesca alla domanda se temeva una nuova crisi nella zona euro.

Il ministro tedesco ha ricordato che ci sono criteri di convergenza con l'Italia, anche con l'attuale governo, al fine di mantenere la stabilità tra i paesi che hanno adottato la moneta unica.

"Sembra che apparirà un nuovo governo, forse di composizione diversa", ha aggiunto.

Le dimissioni di Giuseppe Conte

Martedì il presidente del Consiglio italiano Giuseppe Conte ha presentato le sue dimissioni al capo dello stato Sergio Mattarella che, mercoledì, inizierà le consultazioni ufficiali con i leader dei partiti per determinare se sarà possibile formare un nuovo governo.

"La crisi in atto compromette l'azione di questo governo che qui si arresta", ha detto Conte. La mozione votata dalla Lega e la richiesta di calendarizzazione "mi impongono di terminare qui la mia esperienza di governo", ha aggiunto.

Infine ha ringraziato i cittadini per averlo sostenuto come "avvocato del popolo", come lui stesso si era definito.

​La sfida elettorale di Renzi a Salvini

Matteo Renzi ha ammesso di essere pronto a collaborare con il movimento M5S appartenente alla coalizione uscente.

"Sono pronto a sfidare Salvini alle elezioni nel collegio di Firenze o in quello di Milano, scelga lui. Ma prima viene il Paese. Va evitato l’aumento dell’IVA. Prima i risparmi degli italiani, poi le ambizioni di parte. Poi pronto al confronto nel collegio e in TV", recita il tweet di Matteo Renzi con allegato il video di un'intervista.

La recessione della Germania

Sulla Germania è calata l'ombra di una possibile recessione nel prossimo trimestre dopo che nel precedente (aprile, maggio, giugno) si è registrato un calo del PIL dello 0,1%. 

Le massicce industrie orientate all'esportazione come l'industria automobilistica, quella dei macchinari industriali e chimica hanno sofferto in Germania poiché il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha ampliato lo scontro commerciale con la Cina e ha minacciato di aprire un nuovo fronte contro l'Unione europea.

Correlati:

Fine governo Conte, Salvini insiste: elezioni subito
Conte si dimette da Mattarella
Сontrazione economia tedesca: Germania verso la recessione?
Tags:
crisi, Italia, Germania
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik