Widgets Magazine
11:35 15 Ottobre 2019
Beppe Grillo (foto d'archivio)

Grillo attacca Autostrade e Atlantia per presenza a commemorazione del Ponte Morandi

© AFP 2019 / Andreas Solaro
Italia
URL abbreviato
276
Seguici su

Con un post nel suo blog, il fondatore del Movimento Cinque Stelle ha espresso una serie di considerazioni a margine della cerimonia commemorativa che si è svolta ieri a Genova in ricordo della tragedia del Ponte Morandi.

Il giorno dopo le commemorazioni a Genova in occasione del primo anniversario del crollo del Ponte Morandi, Beppe Grillo ha pubblicato un post sul suo blog dal titolo "Ma se ghe pensu".

"La memoria - inizia Grillo - ha una stretta relazione con le emozioni, ricordiamo quello che ci ha emozionato oltre ad essere importante. Questa è oramai una constatazione su cui resta ben poco da discutere. Se rievochiamo il passato trasformando le emozioni in rigidi cerimoniali, senza passione, significa che abbiamo trovato il modo per rimuovere, sotto una specie di controllo ipnotico, quello che è successo. Le emozioni si congelano nelle espressioni identiche a quelle di Spock degli officianti istituzionali (il personaggio extraterrestre di Star Trek con le orecchie a punta, incapace di provare e riconoscere la paura, la gioia e qualunque altra forma di passione)".

Per l'ideologo e fondatore del M5s, la presenza dei vertici di Atlantia-Autostrade alla commemorazione del crollo del Ponte Morandi è equivalente alla presenza dei nazisti al memoriale di Sant'Anna di Stazzema, luogo di una delle tanti stragi perpetrate contro i civili dalle forze hitleriane durante la Seconda Guerra Mondiale.

Nel post Grillo ha apprezzato il comportamento del presidente Mattarella, "che ha scelto di non dire nulla alle famiglie delle vittime, che hanno saputo imporsi e far allontanare gli innominabili (ma solo per oggi)". 

Nel suo intervento ha elogiato la reazione di Genova, la sua città.

"La ferita sanguina ancora, il corpo che la ha subita ha mostrato ancora tutto il suo carattere, Genova ci ricorda ancora la forma ed il contenuto del suo carattere: l’unica città italiana che ha davvero cacciato gli oppressori, e continuerà a farlo."

Tags:
Italia, Genova, Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik