Widgets Magazine
11:20 24 Agosto 2019
Carlo Calenda

Intesa Pd-M5s per governo, Calenda attacca Renzi

© Sputnik . Ramil Sitdikov
Italia
URL abbreviato
158

Oggi si è rinnovata la polemica dell'europarlamentare eletto nel Pd Carlo Calenda contro il senatore Matteo Renzi, promotore della svolta all'interno dei Dem per dialogare e cercare un'intesa per governare con il Movimento Cinque Stelle.

Qualche giorno fa Calenda non aveva usato mezzi termini per commentare la strategia illustrata dall'ex presidente del Consiglio, definita folle e ridicola, che avrebbe fatto crescere a dismisura i consensi di Salvini tra l'elettorato, dato che l'eventuale nuovo governo Pd-M5s con l'appoggio di Forza Italia si sarebbe trovato costretto ad approvare una manovra economica "lacrime e sangue".

Oggi l'eurodeputato ha ripreso la polemica reagendo sui social all'intervista di Renzi a La Repubblica, in cui bollava come "disertore" chi non vuole un governo Cinque Stelle-Pd.

​Calenda rileva la mancanza di coerenza, dato che fino a poco tempo fa Renzi definiva "attaccato alla poltrona" i compagni di partito che volevano intavolare un confronto con i Cinque Stelle, perché incompatibili con i valori democratici.

​Per Calenda non si sconfiggono i sovranisti con le giravolte e i tatticismi o con i governi nati solo dalla paura delle elezioni. L'eurodeputato aggiunge che il danno è comunque stato fatto, dato che sono stati convinti tutti gli elettori italiani che, dopo le prossime elezioni, il Pd si alleerà con i 5S.

​Infine ha confermato di essere disposto ad uscire dal partito in caso si concretizzi l'alleanza Pd-M5s, rimanendo coerente con le sue convinzioni.

Tags:
partito Democratico, Lega, Movimento 5 Stelle, Matteo Renzi, Carlo Calenda, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik