Widgets Magazine
12:06 21 Agosto 2019

Orso bruno passeggia tra i turisti a Scanno

© Sputnik . N. Gerasimov
Italia
URL abbreviato
0 31

Un grande orso bruno ha causato scompiglio nella città italiana di Scanno (provincia dell'Aquila) quando lunedì in serata è apparso in strada tra i turisti.

L'incidente è avvenuto lunedì sera: l'animale si è presentato nelle strade del centro in mezzo alla gente intorno alle 22:30. I residenti e i turisti di Sсanno sono rimasti stupiti di fronte all’orso, che passeggiava per il paese come un normale turista guardando le vetrine dei negozi locali e quasi entrando in una gelateria. Dopo i primi minuti di paura la curiosità ha preso il sopravvento e le persone hanno iniziato a fare foto e video su smartphone.

Il comune di Scanno, situato sul territorio del Parco Nazionale delle regioni, non è nuovo a questo tipo di visite. Il rappresentante dell'amministrazione comunale ha osservato che questo evento non ha causato preoccupazione per la maggior parte dei residenti locali in quanto sono abituati alle visite degli animali selvatici.

"Molti animali selvatici vivono nel nostro parco nazionale, compresi lupi e orsi. A volte compaiono nelle vicinanze di Scanno, ma non abbiamo mai avuto casi di aggressioni a esseri umani", ha detto.

"Tutto ciò è accaduto sotto i miei occhi. Devo dire che le persone hanno reagito con relativa calma alla visita dell'orso. Sembrava che fosse una femmina adulta. Apparentemente, Sсanno è già abituata a condividere le sue strade con questi animali belli ma potenzialmente pericolosi", ha detto un testimone.

Nell'estate del 2013, un altro orso è apparso di notte per le strade di Scanno, cosa che ha portato due giovani turisti spaventati ad arrampicarsi su un albero per sfuggire al plantigrado.

Gli orsi che popolano il Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise appartengono alla sottospecie dell'orso bruno appenninico. Non sono animali molto grandi, di solito il loro peso non supera i 150 kg. Succede che gli orsi si introducano nei paesini locali nella speranza di mangiare polli e conigli.

L'orso fuggito in Trentino

Nelle ultime settimane va avanti la vicenda dell'orso M49, considerato pericoloso dall'amministrazione della Regione. 

La cattura dell'orso era stata predisposta dalla Giunta trentina dopo che l’animale è stato considerato responsabile dell’80% dei danni causati dai grandi carnivori nella provincia nel 2019.

Il 15 luglio l’orso M49 è fuggito dal Centro Casteller dopo essere stato catturato il giorno prima. L’animale è riuscito a scavalcare diverse recinzioni e muri elettrificati a 7000 V e un’altra barriera alta 4 metri.

Il dibattito è nato proprio intorno al fatto che nella fuga l’orso sia riuscito a superare tutti questi ostacoli. Per questo motivo il governatore del Trentino, Maurizio Fugatti (Lega), aveva dato l’ordine di catturare e addirittura di sparare a vista. Il ministo dell'Ambiente Sergio Costa si è detto contrario all'abbattimento e ha inaugurato una campagna per salvare l'orso bruno M49, da lui stesso ribattezzato Papillon.

Ma per ora è a piede libero.

Correlati:

Uomo morde la lingua di un orso che lo aveva aggredito
Trentino, orso bruno ancora in fuga, chiesta la grazia
USA, orso si introduce in casa e si addormenta nell'armadio
“Orfanotrofio” per cuccioli d'orso
Tags:
Animali, orso
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik