15:44 12 Dicembre 2019
Coltello

Caccia all'uomo per il femminicidio di Reggio Emilia

© flickr.com / Mr Korn Flakes
Italia
URL abbreviato
0 30
Seguici su

Ha un volto e un nome l'assassino della giovane Hui Zhou. Si chiama Hicham Boukssid, ha 34 anni, marocchino che risiede irregolarmente sul territorio italiano.

L'uomo era stato avvistato lungo la ferrovia Milano-Bologna, dagli agenti del nucleo antidegrado, ma è riuscito a sfuggire alla cattura. L'ordine di cattura è attivo su tutto il territorio italiano, anche ai confini,  e le ricerche si sono concentrate nelle campagne attorno a Reggio e lungo la linea ferroviaria, in zona annonaria. 

Secondo la polizia il ricercato è un uomo "evidentemente pericoloso". "Ma l’impegno è massimo da ore, lo dico alla cittadinanza e ai famigliari della vittima a cui daremo giustizia” assicura Guglielmo Battisti, dirigente della squadra mobile di Reggio Emilia.

Boukssid, irregolare senza precedenti, con due decreti di espulsione e senza fissa dimora, avrebbe ucciso la giovane venticinquenne di origini cinesi, mentre lavorava nel locale di famiglia, il bar Moulin Rouge,  nella periferia di Reggio Emilia, in zona ex Foro Boario. Il tutto si sarebbe svolto in pochi secondi. L'uomo sarebbe entrato dentro il locale, pronunciando parole incomprensibili, avrebbe raggiunto Hui Zhou dietro il bancone e l'avrebbe colpita con otto coltellate. 

Sono ignote le motivazioni che hanno spinto l'uomo a porre fine alla vita della giovane donna. Sul posto c'erano due testimoni che hanno chiamato i soccorsi, ma, una volta sul posto, non hanno potuto far altro che constatare il decesso di Hui Zhou, che nel quartiere era conosciuta come Stefania. 

​I femminicidi in Italia

E' purtroppo molto alto il numero di femminicidi in Italia, seppure in diminuzione rispetto all'annus horribilis, il 2017, che ha registrato 123 uccisioni di donne a causa della violenza di genere, uno ogni 72 ore. Di queste l'80.5% è stata uccisa da una persona conosciuta, nel 43,9% dei casi dal partner attuale o dall'ex, nel 28,5% dei casi da un familiare  e nell’8,1% dei casi da un’altra persona che un conoscente. 

Nei primi sei mesi del 2019 sono 39 le vittime di femminicidio, mentre nel 2018 sono 86 le donne uccise. Recentemente il governo ha approvato una legge, chiamata "codice rosso" che inasprisce le pene per crimini relativi alla violenza di genere e introduce nuovi reati come il revenge porn. 

Tags:
Emilia-Romagna, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik