19:17 10 Dicembre 2019
Maurizio Saccomanni, al centro, insieme al presidente della Banca Mondiale Jim Kim, in occasione del G20 finanziario di San Pietroburgo nel 2013

Un malore mentre era al mare uccide l'ex ministro dell'economia Saccomanni

© Sputnik .
Italia
URL abbreviato
123
Seguici su

E' morto a 76 anni, stroncato da un malore mentre si trovava in villeggiatura in Sardegna, Fabrizio Saccomanni, ex ministro del Tesoro italiano e presidente di Unicredit.

Saccomanni, romano classe 1942, si era laureato in economia all'università Bocconi di Milano ed aveva seguito corsi di specializzazione alla Princetown University, nel New Jersey. 

Entrato in Banca Italia nel 1967, aveva ricoperto diversi incarichi come rappresentante italiano in seno al Fondo Monetario Internazionale ed alla Banca Centrale Europea. Dal 2003 al 2006 era stato vicepresidente della Banca Europea per lo Sviluppo, prima della nomina a direttore generale della Banca d'Italia, avvenuta il 2 ottobre 2006.

Dopo l'incarico di ministro del Tesoro del Governo Letta, attualmente era presidente di Unicredit, ed il suo ultimo impegno pubblico era stata proprio la presenza all'assemblea semestrale di Unicredit, lo scorso 6 agosto.

I messaggi di cordoglio 

In un comunicato stampa pubblicato sul proprio sito, Unicredit affida al CEO Jean Pierre Mustier, il ricordo di Saccomanni:

"A nome di tutto il Consiglio di Amministrazione e di tutte le persone di UniCredit voglio esprimere l'immenso dolore per l'improvvisa scomparsa  di Fabrizio Saccomanni. Il nostro primo pensiero è per la signora Luciana, così profondamente e inaspettatamente colpita per la perdita del suo affetto più caro. Per me  scompare innanzitutto un amico di grande intelligenza e umanità, colto,  competente ed  arguto. Con Fabrizio, sin da quando fu cooptato nel consiglio di amministrazione, il confronto è stato di grande stimolo e praticamente quotidiano. UniCredit perde un Presidente di grandissimo livello e spessore che ha guidato il Consiglio della  Banca in una fase caratterizzata da sfide impegnative, con grande equilibrio e trasparenza, una visione strategica limpida, un forte senso della direzione di marcia. Nel corso della sua lunga carriera Fabrizio Saccomanni ha ricoperto ruoli pubblici di grande importanza con passione, qualità e amore per l'Italia. La sua scomparsa è una perdita per l'intero Paese".

 

​Toccante il ricordo di Enrico Letta, che aveva voluto Fabrizio Saccomanni come ministro del Tesoro del suo governo, dal 28 aprile 2013 al 22 febbraio 2014:

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik