Widgets Magazine
04:54 24 Agosto 2019
Minatori in Cabardino Balcaria

63 anni fa la tragedia di Marcinelle, in cui persero la vita 136 minatori italiani

© Sputnik . V. Sakk
Italia
URL abbreviato
0 50

Era l'8 agosto 1963 quando quasi 300 minatori, la maggior parte italiani, rimasero bloccati a mille metri sotto terra, mentre un incendio divampava nella miniera di carbone di Marcinelle, in Belgio.

L'incendio era divampato nel pozzo dell'aria, a causa di un incidente. Da lì si propagò in tutta la miniera. Gli ascensori bloccati resero quasi del tutto impossibili i soccorsi. Dei 272 minatori intrappolati dentro "il pozzo" di Marcinelle, solo 13 si salvarono. Per lunghi giorni si sperò in qualche sopravvissuto, ma il 22 agosto, si soccorritori i arresero e uno di loro, risalendo da un pozzo, dichiarò in italiano: "Tutti morti". 

L'Italia nel 1946 firmò il cosiddetto protocollo italo-belga, in cui si impegnava a inviare 50 mila minatori in cambio di quote annue di carbone. L'industria mineraria del Belgio non era stata completamente distrutta nel paese, che impiegava 142 mila minatori, di cui 63 mila stranieri. 

Le parole della commemorazione

"La tragedia di Marcinelle fa parte della memoria collettiva degli italiani", ricorda con altissima commozione il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il sacrificio dei lavoratori italiani nel mondo "ci esorta a promuovere, oggi come in passato, migliori opportunità di lavoro e massime garanzie di sicurezza per tutti i lavoratori, in Italia, in Europa e nel mondo", conclude il presidente.

Con una nota, il ministro degli Esteri Moavero Milanesi, ricorda il sacrificio delle comunità italiane all'estero: "Le nostre comunità all'estero hanno sempre offerto un contributo fondamentale nella crescita di accoglienza e giocano un ruolo cruciale nella conoscenza dell'Italia". 

Dedica un "pensiero alle vittime" anche il ministro Salvini, in un post su Facebook, "con l’impegno che il lavoro sia sempre più sicuro". Nel post Salvini ammonisce a non paragonare "i nostri emigranti Italiani del passato, i nostri nonni e bisnonni andati a lavorare in tutto il mondo a cui nessuno regalava niente, ai troppi clandestini fatti arrivare in Italia negli ultimi anni e mantenuti a spese degli italiani".

In totale le vittime della tragedia furono 262, di cui 136 italiani, per la maggior parte emigrati provenienti da Abruzzo, Puglia e Calabria. Oggi al Bois du Cazier, museo che sorge sul luogo della miniera, fuori Charleori, si è tenuta una commemorazione a cui ha preso parte la viceministro degli esteri Emanuela Del Re, insieme all'ambasciatore italiano in Belgio Elena Basile, ed al ministro dell'Energia belga, Marie Christine Marghem.

Tags:
Carbone, Belgio, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik