07:16 13 Dicembre 2019
Danilo Toninelli

Tav, Toninelli allontana la crisi di governo e bacchetta Salvini

© Foto : Facebook/Danilo Toninelli
Italia
URL abbreviato
460
Seguici su

Mercoledì al Senato sarà messa ai voti la mozione del Movimento Cinque Stelle per bloccare il progetto della Torino-Lione.

Il ministro dell'Interno Matteo Salvini non aveva perso tempo per avvisare i suoi alleati senza giri di parole: "chiunque voterà no alla Tav sappia che mette a rischio il governo. Noi stiamo al governo per fare le cose che servono all’Italia. Altrimenti non ci stiamo".

Il leader della Lega ha aggiunto che serve fare le cose che servono per il Paese: tagliare le tasse, riformare le giustizia, far ripartire le opere pubbliche, senza rassegnarsi a vedere ancora i lavori bloccati.

Intervenendo oggi a margine dell'inaugurazione dell'ampliamento della stazione di Milano Rogoredo, il ministro pentastellato dei Trasporti e delle Infrastrutture Danilo Toninelli ha tenuto a precisare che la mozione dei Cinque Stelle sulla Tav "impegna il parlamento e non il Governo", che per questo "non cadrà".

Inoltre ha ribadito la sua contrarietà all'opera, considerata un regalo alla Francia di "politici incapaci", oltre che un danno ambientale.

Nel suo intervento Toninelli ha lanciato alcune frecciate al vicepremier Salvini: sulla Tav "minacci chi vuole", ricordando all'alleato che non sta governando con Berlusconi.

"Salvini deve capire che non sta governando con Berlusconi, ma con una forza politica con la schiena dritta che sa che sta operando per il bene del Paese".

Infine ha invitato la Lega a dare altri sì, "dall'acqua pubblica e alla riforma della giustizia".

Ricordiamo che oggi il governo sarà messo alla prova sul decreto della sicurezza bis, fortemente voluto proprio dal vicepremier Salvini, ma non troppo gradito da alcuni esponenti pentastellati. In serata si aspetta il voto di fiducia.

Tags:
TAV, Italia, Matteo Salvini, Danilo Toninelli
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik