Widgets Magazine
11:08 24 Agosto 2019

Alan Kurdi, Salvini firma il divieto di ingresso

© Foto: Mediterranea Saving Humans
Italia
URL abbreviato
3162

La nave Alan Kurdi, che si trova in zona SAR con 40 migranti a bordo aveva chiesto un porto sicuro. Ma Salvini firma il divieto di ingresso e transito in acque italiane.

L'operazione di soccorso era avvenuta questa mattina a 50 miglia dalla costa libica. Si tratta di una quarantina di persone, tra cui una donna incinta, un neonato e due bambini piccoli, su un gommone partito dalla città libica di Tagiura, che secondo la nave della ONG Sea Eye, provengono da Nigeria, Costa d'Avorio, Ghana, Mali, Congo e Camerun.

Gorden Isler, portavoce a bordo della ONG, in un tweet aveva chiesto alle autorità competenti un porto sicuro, specificando che geograficamente Lampedusa è più vicina. Non si è fatta attendere la risposta di Salvini che nel pomeriggio ha annunciato la firma del divieto di ingresso e transito della nave della Sea Eye in acque italiane. Promessa che ha subito mantenuto. 

"È una Ong tedesca quindi sa dove può andare, ma non in Italia. Punto", aveva detto il ministro, "Se la Ong ha davvero a cuore la salute degli immigrati può fare rotta verso la #Tunisia: se invece pensa di venire in #Italia come se niente fosse ha sbagliato ministro".

Tags:
Matteo Salvini, Mediterraneo, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik