17:03 14 Dicembre 2019
A Napoli l'uomo si è arreso dopo avere  minacciato di farsi esplodere con il gas

Pozzuoli: blitz delle forze speciali contro l'uomo che teneva in ostaggio un palazzo

© AFP 2019 / Marcello Paternostro
Italia
URL abbreviato
151
Seguici su

Era barricato in casa da più di 27 ore, teneva la madre in ostaggio e minacciava il suicidio con una bombola di gas ed un coltello. Nella notte il blitz per liberare l'edificio.

È iniziata alle 3.57 l'operazione dei GIS, il reparto speciale dei Carabinieri. Luci abbaglianti e botti hanno distratto il 25enne Giuseppe Di Bonito, che si trovava sul balcone, permettendo alle forze speciali di calarsi dal piano superiore e bloccare il giovane, che non ha opposto resistenza. L'uomo, che soffre di disturbi psichici, adesso si trova in stato di fermo, in attesa dell'autorità giudiziaria, mentre l'anziana madre è stata portata in ospedale dove riceverà soccorsi.

L'incubo era iniziato nella notte tra il 29 e il 30 luglio, verso l'una, quando Di Bonito era uscito in balcone con la madre in ostaggio, minacciando il suicidio e di far saltare in aria il palazzo con una bombola a gas. L'edificio, una palazzina dell'edilizia popolare in quartiere Monterusciello nella periferia nord di Pozzuoli (NA), in cui l'uomo risiede al terzo piano da anni e in cui vivono una trentina di famiglie, era stato sgomberato per precauzione dalle forze dell'ordine. 

Le famiglie, inclusi bambini, donne incinte e anziani, per dodici ore sono rimasti per strada, davanti alle loro case tenute in ostaggio dall'uomo, ormai in pieno delirio.

I militari hanno tentato una negoziazione, ricorrendo anche a uno psicologo, ma il tentativo si è rivelato vano.

L'uomo alternava le sue richieste (un lavoro e una casa in via Napoli, sul lungomare di Pozzuoli) a deliri mistici e invocazioni a Satana. In un raptus ha scagliato una bombola del gas dal balcone nel cortile di casa. 

Dopo lo sgombero, i carabinieri hanno tentato di entrare nell'appartamento, ma il giovane li ha aggrediti, ferendo uno dei militari con un'arma contundente. Oltre ai carabinieri, sul luogo sono accorsi vigili del fuoco, polizia municipale e protezione civile.

 

Tags:
carabinieri, Napoli, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik