Widgets Magazine
15:41 24 Agosto 2019
Sandro Gozi

Sandro Gozi in governo Macron, governo giallo-verde all’attacco

© AFP 2019/ GABRIEL BOUYS
Italia
URL abbreviato
10715

L'ex segretario di Stato italiano per gli affari europei, candidato a maggio nella lista della maggioranza, diventerà responsabile delle questioni europee nel gabinetto di Édouard Philippe.

L'italiano Sandro Gozi, numero 22 nella lista del Rinascimento nelle ultime elezioni europee, si unirà a Matignon, sede del primo ministro a Parigi, nei prossimi giorni in attesa di assumere il suo incarico al Parlamento europeo. Rimarrà nell’esecutivo di Parigi fino al 31 ottobre, giorno in cui il Regno Unito dovrebbe uscire dall’Unione Europea.

Secondo Le Figaro, l'ex segretario di Stato per gli affari europei al governo di Matteo Renzi, membro del Partito Democratico italiano, avrà il compito di monitorare l'istituzione delle nuove istituzioni europee e le relazioni con il Parlamento europeo.

In poche parole Gozi occuperà lo stesso incarico che ricopriva con il governo italiano per conto della Francia, cosa che desta non pochi sospetti tra i politici al governo.

Le reazioni del governo italiano

Non si sono fatte attendere le critiche dalla Lega, in primis dal leader del partito e vicepremier Matteo Salvini.

Giorgia Meloni, leader di Fdl, in un video ha dichiarato “Mi dicevano, 'sei ossessionata dal problema dei francesi'. Ora si scopre che questo Sandro Gozi è entrato nel governo francese con il ruolo che aveva nel governo italiano" e la cosa assume "dei connotati interessanti, non perché si veda ancora una volta quanto questi del PD siano attaccati alla maglia italiana, cioè zero; ma io voglio sapere perché Emmanuel Macron e il governo francese ci tengano a premiare così un signore che avrebbe dovuto fare fino a qualche mese fa gli interessi degli italiani".

​Nel video Giorgia Meloni annuncia che Fratelli d’Italia ha presentato una interrogazione per sapere su quali dossier aveva lavorato Gozi quanto era al governo con Renzi, e in particolare se fra questi ce n’erano alcuni che interessavano alla Francia.

Anche i Cinque Stelle non si sono fatti attendere davanti alla nomina del rappresentante del PD nel governo francese.

Il capogruppo del Movimento 5 Stelle nella Camera alla commissione degli Affari Esteri ha dichiarato:  "Dopo le schiere di tredici esponenti Pd da Fassino a Franceschini, passando per Letta e Sala che negli ultimi sedici anni hanno ricevuto la Legion d'Onore francese, non potendo ricevere una seconda onorificenza per Sandro Gozi è scattata direttamente la nomina a responsabile degli Affari Europei del governo Macron. È una nomina che desta politicamente più di un sospetto e che inquieta".

Sulla stessa falsariga si è espresso anche Stefano Buffagni, sottosegretario dei Cinque Stelle.

Gozi ha risposto su Twitter a Matteo Salvini.

​Chi è Sandro Gozi

Sandro Gozi, 51 anni, ha rapporti di lunga data con la Francia. Ha lavorato per 10 anni alla Commissione europea e dal 2018 presiede l’Unione dei federalisti europei. Deputato PD da tre legislature, sotto il governo Renzi ha ricoperto lo stesso incarico per il quale è stato scelto dal governo francese, ovvero segretario di Stato per gli affari europei.

A.N.

Correlati:

Macron cambia foto su Facebook, i social: ha manie imperialistiche
Ancora scintille tra Salvini e Macron
Salvini a Macron: l’Italia non è la tua dama di compagnia
Tags:
Francia, Lega, PD
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik