Widgets Magazine
20:35 22 Agosto 2019

Carabiniere ucciso, fermati due cittadini americani

Gregorio Borgia
Italia
URL abbreviato
517

Sono stati fermati due giovani americani nell’ambito delle indagini sull’omicidio di Mario Rega Cerciello. Il vicebrigadiere è stato ucciso in servizio con 8 coltellate questa notte a Roma.

I due giovani, cittadini statunitensi, sono stati individuati grazie a video camere di sorveglianza ed alcune testimonianze e poi fermate dalle forze dell’ordine. Entrambi sono studenti della John Cabot University. Al momento non è stata formalizzata nessuna accusa contro di loro. Sono stati condotti nella sede del reparto operativo dei carabineri, in via in Selci, dove dovranno rispondere alle domande del procuratore Michele Prestipino. I giovani sono sospettati di aver avuto un ruolo nel furto di un borsello a piazza Mastai e nell'omicidio del vicebrigadiere.

Le persone fermate e interrogate finora sono almeno quattro.

L’omicidio

Questa notte a a Roma, nei pressi di piazza Cavour, durante un intervento per prestare soccorso ad una donna vittima di estorsione è stato ucciso il trentacinquenne vicebrigadiere Mario Rega Cerciello. Il militare, assieme a un collega, si era presentato in borghese all'appuntamento che la donna aveva fissato con i due uomini. Uno dei due, nel momento in cui i carabinieri si sono fatti riconoscere, ha estratto il coltello e aggredito il vicebrigadiere.

Il militare è stato portato all'ospedale del Santo Spirito dove, nonostante i soccorsi, è deceduto. A essere fatale è stato un colpo sferrato al cuore.

Reazioni

Cordoglio e rabbia per il carabiniere assassinato per 100 euro. Con un messaggio commovente sul profilo Facebook, l'arma dei carabinieri rende omaggio al collega.

"Nella sua nuda essenza anche la tragedia più grande è fatta di numeri: il Vice Brigadiere Mario Cerciello Rega aveva 35 anni, era sposato da 43 giorni e 13 ne erano passati dal suo ultimo compleanno.

È morto stanotte a Roma per 8 coltellate, inferte per i 100 euro che i 2 autori di 1 furto pretendevano in cambio della restituzione di 1 borsello rubato. In gergo si chiama “cavallo di ritorno”.

Ma quei numeri non sono freddi: sono il conto di un’esistenza consacrata agli altri e al dovere, di una dedizione incondizionata e coraggiosa, di un amore pieno di speranze e di promesse. E la tragedia reca la cifra più alta: l’infinito.

Il più vivo dolore per una mancanza che affligge 110 mila Carabinieri. Il più vivo cordoglio ai Suoi cari, che stringiamo in un immenso, unico abbraccio".

"Caccia all’uomo a Roma, per fermare il bastardo che stanotte ha ucciso un Carabiniere a coltellate. Sono sicuro che lo prenderanno, e che pagherà fino in fondo la sua violenza: lavori forzati in carcere finché campa", ha scritto il ministro degli Interni Matteo Salvini.

Il ministro della Difesa Elisabetta Trenta ha espresso la vicinanza alle famiglie: "Mi stringo in un forte abbraccio alla moglie e alla mamma del V. Brig. Mario Cerciello Rega e all'Arma dei Carabinieri e chiedo tolleranza zero per i delinquenti autori del vile atto".

"Nella notte, a Roma, un giovane vice brigadiere dei Carabinieri è stato ucciso a coltellate da un rapinatore. Aveva solo 34 anni. Il mio abbraccio alla famiglia del militare e a tutta l'Arma. È un momento di grande dolore per lo Stato", ha scritto il vicepremier Luigi Di Maio sul suo profilo Twitter.

I funerali

I funerali di Mario Rega Cerciello si svolgeranno lunedì 29 luglio alle 12 a Somma Vesuviana nella chiesa di Santa Croce in via Santa Maria del Pozzo 114.  Proprio qui il carabiniere si era sposato un mese e mezzo fa.

Correlati:

Operazione Condor, ergastoli a ex Capi di Stato e militari per 23 italiani uccisi
Treviso, 2 uccisi nell'incidente di ultraleggero. FOTO
Vice console generale turco ucciso in una sparatoria a Erbil
Tags:
Caccia all'uomo, carabinieri, Omicidio, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik