04:56 20 Novembre 2019
La Luna

Guru dei terrapiattisti italiani sicuro, "film di Kubrick" lo sbarco sulla Luna di Armstrong

© Sputnik . Anton Denisov
Italia
URL abbreviato
767
Seguici su

Albino Galuppini è il leader dei terrapiattisti italiani ed è convinto che il 50esimo anniversario dello sbarco dell'uomo sulla Luna non sia da festeggiare affatto.

Come da lui sostenuto insieme a migliaia di altri seguaci della teoria del complotto l'essere umano non ci ha mai messo piede.

Interpellato telefonicamente dall'agenzia Adnkronos, il guru dei terrapiattisti ha affermato che l'impresa di Neil Armstrong e del resto dell'equipaggio dell'Apollo 11 non è mai avvenuta: ha sostenuto la tesi secondo cui lo sbarco sarebbe stata una scena diretta dal regista Stanley Kubrick in studi top secret, argomentandolo con i limiti tecnologici dell'epoca e con la mancanza di verifiche di una terza parte dei materiali forniti dall'americana Nasa.

"Non c'è nessuna prova che siamo andati sulla Luna. Le prove le ha fornite la Nasa e non c'è nessuna "parte terza" che abbia verificato il materiale fornito dall'Agenzia spaziale americana. Dal punto di vista tecnico sono innumerevoli i problemi che un'impresa del genere comporterebbe oggi, figuriamoci negli anni '60. E mi riferisco soprattutto all'affidabilità dei razzi..."

Fotografie, filmati, scritti e testimonianze di scienziati che smentiscono inequivocabilmente la più nota e fortunata delle teorie complottiste, per Galuppini non sono da prendere in considerazione: "Armstrong &Co? Chiaramente gente pagata, militari..."

Ma se la Terra è piatta, cos'è la Luna? "E' una luminaria - risponde Galuppini, autore, tra l'altro, di alcuni libri sull'argomento - ed è molto colorata: ci sono foto, non smentite, in cui si vede chiaramente il colore blu. Basta osservarla con un telescopio. Da lontano sembra giallastra, ma è colorata. Perché la Nasa ci mostra sempre le foto della Luna in bianco e nero?".

Riferendosi all'americano Bill Kaysing, autore del libro "Non siamo mai andati sulla luna", Galuppini afferma che l'allunaggio fu una messinscena filmata in segretissimi studi cinematografici nell'Area 51, zona off limits situata nel deserto del Nevada. Il regista è stato il celeberrimo Stanley Kubrick, che in seguito avrebbe disseminato nel film "Shining" gli indizi sul presunto finto allunaggio.

"Basti pensare al maglione indossato nel film dal bambino, con il disegno del razzo e la scritta 'Apollo 11', e alla stanza 237 dell'Hotel, dove il numero rimanda alla distanza della Luna dalla Terra (237mila miglia). Anche il film '2001 odissea nello spazio' del 1968, sarebbe stato girato per mettere a punto la tecnologia necessaria a simulare l'allunaggio", osserva Galuppini.

Alla domanda sul perchè di questa colossale messinscena, Galuppini ha risposto tirando in ballo la Bibbia, Gesù, il conflitto tra religione e scienza e la massoneria.

"Una ricostruzione che è servita a controllare la gente, a far crescere la sua fiducia nella scienza in sostituzione della religione. E' tutto organizzato dalla massoneria per negare la veridicità della Bibbia e di Gesù".

Il 50esimo anniversario dell'allunaggio ha trovato spazio anche nei continui battibecchi all'interno della maggioranza targata M5s-Lega. Su Twitter c'è stato un botta e risposta scherzoso tra il vicepremier Matteo Salvini e Carlo Sibilia, esponente pentastellato che in precedenza aveva messo in dubbio la veridicità dello sbarco di Armstrong.

"50 anni fa l'Uomo sbarcava sulla Luna, che spettacolo! Anche se qualcuno sostiene non essere mai avvenuto", il tweet di Salvini chiuso da una faccina sorridente.

​La risposta ironica del sottosegretario all'Interno Sibilia che, rispondendo al tweet del 'capo' Salvini scrive: "Oggi è il 154esimo anniversario della nascita delle Capitanerie di Porto...e pensate che c’è ancora qualcuno che non ha capito che sono uffici periferici del MIT", aggiungendo anche lui lo smile.

​"Abbiamo il dovere di ringraziarli - scrive ancora - tutti i giorni per il lavoro che svolgono nelle situazioni più disparate".

Tags:
NASA, Luna, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik