Widgets Magazine
04:37 24 Agosto 2019
Italia
URL abbreviato
5010

Il segretario del Pd Nicola Zingaretti ha commentato i recenti litigi tra i vice premier italiani. Lo ha fatto tra un post su Facebook.

“Registro che la paura di votare e perdere le poltrone fa 90. Salvini e Di Maio sono davvero imbarazzanti, giocano con la vita degli italiani e stiamo perdendo settimane in litigi, chiacchiere e minacce. Possono fare tutte le giravolte che vogliono ma il progetto gialloverde è finito, produce paralisi e fa male all’Italia”, ha dichiarato Zingaretti.

“C’è il buio più assoluto sulla manovra di bilancio dell’autunno. I problemi dell’ambiente del lavoro, dello sviluppo, delle imprese dei cassintegrati sono scomparsi. Salvini deve riferire al Parlamento, e deve farlo al più presto non è accettabile che sul Ministro degli Interni gravino ombre sul tema della sicurezza nazionale. Continuiamo ad incalzarli e a preparare l’alternativa”, ha aggiunto lui. 

In precedenza, Luigi Di Maio, in onda ad Agorà su Rai3, ha proposto a Matteo Salvini d'incontrarsi e di discutere le recenti divergenze.

Crisi di governo

Questa crisi politica tra i due partiti di maggioranza al governo va avanti da diversi mesi in un momento fragile per l'economia italiana che è appena uscita da una recessione di breve durata, ma gli investitori sono nervosi per la qualità e l'incertezza del governo nei confronti dei piani di spesa che hanno sconvolto la Commissione europea, che stabilisce le regole e limiti di spesa.

Lo stesso Conte ha notato in precedenza che il governo ha affrontato la questione della legge di bilancio del 2020 e che aveva bisogno che i mercati finanziari abbiano fiducia nell’Italia. Ha anche invitato entrambe le parti a non intervenire in quello che ha definito il "delicato dialogo" tra il ministro dell'Economia del paese Giovanni Tria e la Commissione Europea che sta facendo pressione sull'Italia per ridurre il suo deficit di bilancio e l’ammontare del debito.

Tags:
Nicola Zingaretti
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik