Widgets Magazine
06:33 21 Agosto 2019
Medicine

Rapporto AIFA 2018 gli italiani assumono 1,6 dosi di farmaci al giorno

© Fotolia / Mrallen
Italia
URL abbreviato
0 13

Popolo di santi, poeti e (forse) ipocondriaci. Il rapporto OsMed dell' Agenzia Italiana del Farmaco sull'utilizzo dei farmaci in Italia nel 2018 rivela che in media ogni italiano ha assunto 1,6 dosi al giorno.

L'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) ha presentato giovedì 18 luglio l'annuale rapporto sull'uso dei farmaci in Italia, relativo al 2018. Nell'anno passato la spesa farmaceutica totale, pubblica e privata, è stata pari a 29,1 miliardi di euro, di cui il 77% rimborsato dal Servizio Sanitario Nazionale. La spesa pro capite è stata di poco meno di 500 euro (482 per la precisione), mentre il 98% dei cittadini oltre i 65 anni di età ha ricevuto almeno una prescrizione medica.

Nel 2018 sono state consumate 1.572 dosi al giorno ogni 1.000 abitanti. Ovvero, considerando anche i consumi in ospedale e quelli a carico del cittadino, in media ogni soggetto, inclusi i bambini, ha assunto al giorno circa 1,6 dosi di farmaco, il 72,3% delle quali erogate a carico del Servizio Sanitario Nazionale (SSN), mentre il restante 27,7% è relativo a dosi di medicinali acquistati direttamente dal cittadino - ha spiegato Luca Li Bassi, direttore Generale dell’Aifa.

Al primo posto nei consumi farmaci cardiovascolari

I farmaci per il sistema cardiovascolare si confermano al primo posto per consumi, con 487,4 dosi ogni 1000 abitanti e rappresentano la seconda categoria terapeutica a maggior spesa farmaceutica per il Servizio sanitario nazionale, con un totale di 3,2 miliardi di euro, pari a 53,6 euro pro capite. La seconda categoria di farmaci a maggiore consumo riguarda i farmaci dell’apparato gastrointestinale e del metabolismo, con 181,8 dosi ogni 1000 abitanti ed una spesa a carico del servizio sanitario nazionale di 46,9 euro ad assistito, in aumento del 3,2% rispetto al 2017.


La presentazione del rapporto


Cresce l'uso degli psicofarmaci

Il rapporto OsMed rivela che nel 2018 è proseguita la tendenza all'aumento nel consumo di farmaci del sistema nervoso centrale. Questa categoria si posiziona al quarto posto in termini di consumi con 89,4 dosi ogni 1000 abitanti ed una spesa pro capite a carico del Servizio Sanitario Nazionale di 29,5 euro. Al primo posto per i consumi in questa categoria ci sono i farmaci antidepressivi SSRI, inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina, come Prozac e Seropram, con 28,4 dosi ogni 1000 abitanti.

Al sud si spende di più in medicine

L’Umbria è risultata essere la  regione con il consumo maggiore di farmaci in assistenza convenzionata, seguita dalla Campania e dalla Puglia, mentre la spesa lorda pro capite vede al primo posto la Campania, seguita da Abruzzo e Calabria. I consumi pro capite meno elevati sono stati registrati nella provincia autonoma di Bolzano.  

 

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik