Widgets Magazine
09:05 20 Ottobre 2019
Luigi Di Maio e Giuseppe Conte

Di Maio: abbiamo votato Von Der Leyen per le idee

© AP Photo / Gregorio Borgia
Italia
URL abbreviato
11212
Seguici su

Con l’elezione di Von Der Leyen in Commissione Europea sembrano inasprirsi i rapporti tra M5S e Lega. Ma Di Maio ribadisce: il governo va avanti, no all'alleanza M5S-PD.

Dopo una lunga serie di litigi anche il voto per la presidenza nella Commissione Europea sembra poter provocare nuovi scontri tra il Movimento Cinque Stelle e la Lega. Il ministro degli Interni Matteo Salvini ha già constatato la creazione della coalizione dei 5 Stelle e il PD a Bruxelles. Luigi Di Maio afferma che vede solo attacchi al suo partito e che il Governo andrà avanti ma richiama l’attenzione al fatto che “la Lega sta mentendo” sulla Von der Leyen.

“Vi voglio dire la verità sulla Von Der Leyen, perché la Lega sta mentendo agli italiani e mi dispiace. Noi abbiamo detto sì per delle idee, loro hanno detto no per una poltrona”, ha dichiarato Di Maio su Facebook.

“Nessuno si è scontrato, noi non ci siamo scontrati, siamo stati attaccati ingiustamente. Dovrebbe chiedere alla Lega perché ha cambiato idea all’ultimo minuto. Dovrebbe chiedere loro perché hanno attacco noi e non Orbàn, che sono loro alleati e hanno votato la von der Leyen. Ecco, attaccassero Orbàn invece che il M5S. Pensi che alcuni europarlamentari leghisti hanno anche candidamente ammesso di aver dissimulato”, ha detto Di Maiosullo scontro che riguarda il voto per Von Der Leyen. 

“Per noi il Governo va avanti se fa le cose per gli italiani e se agli italiani dice la verità. Francamente non vedo litigi, vedo solo continui attacchi al M5S. Una volta sul salario minimo, un’altra sull’Europa, è un continuo e mi dispiace, ma se si fanno le cose per il Paese il governo va avanti 4 anni”, si legge nell’intervista rilasciata da Di Maio al Corriere della Sera pubblicata sul Blog delle Stelle.

Secondo il leader del M5S la crisi del governo “non c’è e non ci sarà”, siccome questo “è l’unico governo possibile”. “Non faremo mai alleanze con il partito di Bibbiano”, ha replicato.

Per il ministro dello Sviluppo Economico le questioni che sembrano irrisolte sono in procinto di essere realizzate.

“L’autonomia è nel contratto e si deve fare in modo equilibrato. Deve essere un’autonomia che faccia bene a tutte le Regioni, che non spacchi il Paese e che porti l’Italia a crescere più velocemente. Abbiamo introdotto delle migliorie, la Lega le ha accolte positivamente e quindi andiamo avanti su questa strada. Fisseremo una data nei prossimi giorni, credo sia utile fare una riflessione ampia sulla prossima manovra economica a nome del governo e non solo a nome di un partito”, ha affermato il vicepremier grillino.

Il 16 giungo la candidata alla presidenza della Commissione Europea, proposta dal Parlamento Europeo, Ursula Von Der Leyen, è stata eletta con 383 voti a favore e 327 contrari, a fronte di una maggioranza richiesta di 374. I voti italiani a favore della presidenza di Von Der Leyen sono giunti dai parlamentari del Movimento 5 Stelle, del PD e di Forza Italia.

Matteo Salvini ha visto la scelta del Movimento Cinque Stelle e Forza Italia come un “tradimento” del voto italiano.

“Tradendo il voto degli Italiani che volevano il cambiamento, i grillini hanno votato il Presidente della nuova Commissione Europea, proposto da Merkel e Macron, insieme a Renzi e Berlusconi”, ha detto il leader del Carroccio.

Correlati:

Lega e fondi russi, Savoini oggi in Procura a Milano per l'interrogatorio
Questa volta è davvero aria di crisi (di governo)
Procura di Milano sta preparando inchiesta su presunti finanziamenti della Russia alla Lega
Tags:
M5S, Lega, Politica UE
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik