23:07 13 Novembre 2019
Matteo Salvini e Luigi Di Maio

Crisi Salvini - Di Maio: un divorzio all'italiana

© AP Photo / Gregorio Borgia
Italia
URL abbreviato
203
Seguici su

Crisi di governo? Dopo il botta e risposta con Di Maio, lo strappo con Conte e la retromarcia sull'autonomia differenziata, Salvini considera l'ipotesi di elezioni anticipate.

Lo aveva preannunciato ieri Riccardo Molinari (Lega) durante il question time. Senza autonomia non c'è governo, la Lega non recederà, aveva risposto alla parziale marcia indietro della Lezzi, che aveva ribadito la volontà di proseguire sì con l'autonomia, ma nel rispetto della Costituzione e dell'unità nazionale. 

Salvini oggi, nel pieno di una polemica con i 5 Stelle, ha messo ben in chiaro in punti la conditio sine qua per la durata del governo: Flat Tax, autonomia, riforma della giustizia. 

"Le sorti del governo sono in mano ai 5 stelle. Se dicono altri tre no, ad esempio su questioni quali l'autonomia differenziata, la riforma della giustizia e la manovra, allora cambia tutto", ha detto Salvini.

Non esclude le elezioni...

La posta l'aveva già alzata ieri, il ministro dell'Interno, ventilando l'ipotesi di nuove elezioni. Il Governo mangerebbe il panettone, ma probabilmente non arriverebbe ad aprire la calza della Befana. Le elezioni non sono escluse e l'election day potrebbe essere designato proprio all'inizio del 2020, in coincidenza delle elezioni regionali in Emilia Romagna, ipotizza il leader del Carroccio. 

Tanto, secondo Salvini, i 5 Stelle in Europa sarebbero già al governo con il PD, poiché hanno votato la Von der Leyen assieme ai dem e agli europeisti.

La risposta di Di Maio

Il collega Vice Premier racconta un'altra storia. Spiega che esisteva un accordo per votare la Von der Leyen, un accordo tra i "sovranisti" che anche la Lega aveva sottoscritto ma a cui è venuta meno all'ultimo momento. Un accordo che era stato sottoscritto anche dai paesi di Visegrad. In effetti, a poche ore dall'elezione della Von der Leyen, si era parlato di un tentativo di accordo e addirittura di incontro "saltato" con i sovranisti. Ma era giallo sulle ragioni del fallimento. 

Così Di Maio rovescia le accuse di tradimento che gli lancia Salvini, affermando: "Pur di colpirci la Lega si è condannata all'irrilevanza".

 

 

Correlati:

Salvini: l'Italia non può essere l'unico Paese di arrivo come vogliono Francia e Germania
Censimento dei Rom, appoggio a Salvini dalla Bulgaria
Russiagate: sarà Conte a riferire al Senato, non Salvini
Tags:
Italia, Governo
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik