Widgets Magazine
06:33 21 Agosto 2019
Antonov An-124 Condor/Ruslan strategic airlifter

Cieli Aperti: aereo russo inizia il sorvolo dell'Italia

© Sputnik . Vitaliy Belousov
Italia
URL abbreviato
3122

Un Antonov AN-30B, appartenente all'aviazione russa, è partito questa mattina da Ciampino nell'ambito del trattato internazionale Cieli Aperti.

Il veivolo effettuerà un volo di osservazione per lo spazio aereo italiano, sorvolando l'intero territorio del paese. Verso le 12 atterrerà a Cervia per rifornimento di carburante. Il volo di ricognizione si concluderà con il rientro dell'aereo a Ciampino. I voli Cieli Aperti hanno priorità sul transito aereo.

Nell'ambito della realizzazione del programma Cieli Aperti, sono previsti voli di osservazione tra il 15 e il 19 luglio. I paesi interessati sono Italia e Regno Unito, Federazione Russia e Bielorussia.

I due paesi NATO effettueranno il sorvolo a bordo di un aeroplano di osservazione AN-30 dell'aviazione rumena, che partirà dall'aerodromo di Kubinka per effettuare una ricognizione nei cieli di Russia e Bielorussia.

Gli aeroplani impiegati non sono destinati all'uso militare e sono continuamente monitorati da tecnici di bordo, che controlleranno i parametri di volo.

Il trattato Cieli Aperti (Open Skies) è stato siglato nel 1992 tra i membri dell'OCSE, finalizzato a stimolare la collaborazione e la fiducia tra vari paesi dopo la guerra fredda. Il trattato permette di effettuare voli di ricognizione sul territorio dei paesi che lo hanno sottoscritto. Cieli Aperti è entrato in vigore il primo gennaio del 2002 e comprende la maggior parte dei paesi NATO, Russia, Bielorussia, Georgia, Bosnia-Erzegovina, Svezia e Finlandia. Attualmente sono 32 i paesi membri.

Correlati:

“Rifiuto americano di implementare Trattato Cieli Aperti porterà al caos”
Cieli Aperti: Italia e Russia effettuano voli di osservazione
Cieli Aperti: aereo russo inizia il sorvolo dell'Italia
Tags:
Antonov, Aviazione, Russia, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik