Widgets Magazine
22:03 12 Novembre 2019

Von der Leyen contenta di non avere i voti dei sovranisti

© AFP 2019 / Kay Nietfeld
Italia
URL abbreviato
11017
Seguici su

In serata si deciderà il presidente della Commissione Europea. In testa Ursula Von der Leyen, donna, europeista, pro-migranti, ma il risultato non è scontato.

Salta il confronto con Identità e Democrazia, il gruppo dei sovranisti presenti nel Parlamento europeo, confronto che la Von der Leyen cercava per garantirsi la presidenza della Commissione Europea. Si cercava un'intesa, soprattutto con gli italiani della Lega, sulla riforma del Trattato di Dublino. È giallo sulle motivazioni del fallimento dell'incontro, che alcuni ritengono avvenuto dopo un aut aut davanti a cui i socialisti europei hanno messo la candidata. 

I sovranisti hanno dunque dichiarato che non voteranno la delfina della Merkel, e questo getta delle incertezze su ciò che accadrà in serata. Ma la Von der Leyen non sembra preoccuparsene, anzi afferma di sentirsi sollevata dal fatto di non avere i voti dei sovranisti. Zanni, della Lega, afferma: "Non è il cambiamento". Ma non avrà neanche i voti della sinistra e anche i verdi sembrano poco convinti. 

La Von der Leyen potrà contare sui voti dei socialisti e dei liberali. E forse di un appoggio dei 5 Stelle, in piena mutazione genetica europeista. 

Sulla posizione dei 5 Stelle si mostra molto dubbioso l'alleato di governo, Matteo Salvini, che in conferenza stampa a Genova afferma a proposti della possibile scelta della Von der Leyen:

"Non commento le scelte dei 5 Stelle. Se i 5 Stelle voteranno assieme ai socialisti e ai democristiani, liberi di farlo. Se invece qualcuno mi schifa, vado avanti, mi faccio la mia vita, mi faccio le mie battaglie in Europa senza dare conto a chi prima mi chiede l'appoggio di nascosto, ci prega di dargli i voti però di nascosto".

Tags:
Commissione Europea, Ursula von der Leyen, Europa
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik