Widgets Magazine
20:59 18 Ottobre 2019
Un campo di frumento.

L'Italia dice no ad accordo Ue-Mercosur

© Sputnik . Artem Kreminsky
Italia
URL abbreviato
1102
Seguici su

"Come puntarsi una pistola alla tempia": sceglie questa immagine il ministro dell'Agricoltura, Gianmarco Centinaio (Lega), arrivato a Bruxelles per partecipare al Consiglio sull'Agricoltura che discuterà l'accordo UE-Mercosur.

"Non accettiamo l'accordo - ha affermato Centinaio - non c'è all'interno del mondo agricolo nessuno che mi dica che e' favorevole."

Il ministro ha aggiunto di aver notificato questa posizione al presidente del consiglio Conte e al vicepremier Salvini.

"Alla fine non avremo benefici dall'accordo con il Mercosur, non veniamo tutelati. Avremo un'invasione nel breve, medio e lungo termine", ha sottolineato il ministro.

Secondo Centinaio, dire sì all'accordo equivarrebbe a "puntarsi una pistola alla tempia".

Centinaio si è lamentato del fatto che "il documento sull'accordo non è stato condiviso con l'Italia". Al ministro è stato fatto notare che, sebbene gli agricoltori si oppongano, parte del mondo delle imprese gradisce questo accordo. "Vedremo chi avrà ragione, l'agricoltura italiana è contraria", ha dichiarato laconicamente il ministro.

L'UE è il primo partner di rilievo a concludere un patto commerciale con il Mercosur, un blocco comprendente l'Argentina, il Brasile, il Paraguay e l'Uruguay. L'accordo concluso riguarderà 780 milioni di persone e consoliderà le strette relazioni politiche ed economiche tra i Paesi dell'UE e quelli del Mercosur.

Accordo Ue-Mercosur

L'accordo interregionale UE-Mercosur prevede l'abolizione della maggioranza dei dazi sulle esportazioni UE verso il Mercosur e aumenterà la competitività delle imprese europee, consentendogli di risparmiare 4 miliardi di € di dazi all'anno.

Per quanto riguarda i settori industriali dell'UE, l'accordo contribuirà a incrementare le esportazioni di prodotti dell'UE finora soggetti a dazi elevati e talvolta proibitivi, fra cui le automobili (dazi del 35 %), le parti di automobili (dal 14 % al 18 %), i macchinari (dal 14 % al 20 %), i prodotti chimici (fino al 18 %), i prodotti farmaceutici (fino al 14 %), i capi di abbigliamento e le calzature (35 %) o i tessuti a maglia (26 %).

Il settore agroalimentare dell'UE beneficerà della drastica riduzione degli elevati dazi Mercosur a cui sono attualmente soggetti i prodotti di esportazione dell'UE come il cioccolato e i dolciumi (20 %), i vini (27 %), gli alcolici (dal 20 % al 35 %) e le bevande analcoliche (dal 20 % al 35 %). L'accordo consentirà inoltre un accesso in esenzione da dazi contingentato per i prodotti lattiero-caseari dell'UE (attualmente soggetti a dazi del 28%) e in particolare per i formaggi.

I paesi del Mercosur stabiliranno inoltre delle garanzie giuridiche per proteggere dalle imitazioni 357 prodotti alimentari e bevande europei di alta qualità riconosciuti come indicazioni geografiche (IG), fra cui Tiroler Speck (Austria), Fromage de Herve (Belgio), Münchener Bier (Germania), Comté (Francia), Prosciutto di Parma (Italia), Polska Wódka (Polonia), Queijo S. Jorge (Portogallo), Tokaji (Ungheria) e Jabugo (Spagna).

Tags:
Commercio, Mercosur, Agricoltura, Unione Europea, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik