Widgets Magazine
04:19 24 Agosto 2019
Operazione Condor, ergastoli per 24 ex Capi di Stato e militari per 23 italiani uccisi

Operazione Condor, ergastoli a ex Capi di Stato e militari per 23 italiani uccisi

© Ruptly .
Italia
URL abbreviato
5101

A Roma 24 Capi di Stato e militari sudamericani sono stati condannati al carcere a vita per l'omicidio di 23 italiani negli anni '70 e '80.

La Corte d’assise d’appello bis del Tribunale di Roma ha condannato all'ergastolo Capi di Stato e 007 sudamericani che risultarono coinvolti al sequestro e all'uccisione di 23 italiani negli anni '70 e '80.

In totale si tratta di 24 persone tra Capi di Stato e militari di spicco, tra cui anche l’ex ministro Interni della Bolivia Luis Arce Gomez, l’ex presidente del Perù Francisco Morales Bermudes, l’ex ministro Esteri dell’Uruguay Juan Carlos Blanco, il tenente di vascello Jorge Nestor Fernandez Troccoli.

Nel 2017 nel processo di primo grado all'ergastolo sono state condannate solo 8 persone di 27 processate, mentre altre 19 sono state assolte. In secondo grado in appello il tribunale ha riconosciuto i militari responsabili dell'omicidio di 23 cittadini italiani

Secondo il procuratore generale di Roma Francesca Mollace gli imputati “hanno contribuito a un piano che ha portato a una devastante opera di sterminio delle opposizioni. Un piano in cui l’eliminazione fisica del sovversivo era prevista fin dall’inizio”.

Operazione Condor

Tutti gli omicidi sono stati effettuati nei quadri della cosiddetta "Operazione Condor": si tratta di un ordinamento segreto tra le forze dell'ordine di alcuni Paesi sudamericani dominati in quei tempi da dittature militari - Argentina, Bolivia, Brasile, Cile, Paraguay e Uruguay - che puntava alla liquidazione di avversari politici (di sinistra) di questi regimi.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik